La Juventus sta per chiudere un altro accordo: contratto fino al 2027

0
274

La Juventus sta per chiudere un altro accordo, prosegue la pianificazione in vista della prossima stagione da parte del club bianconero.

L’erede di Leonardo Bonucci è stato designato e i bianconeri possono ora dormire sonni tranquilli. Il contratto di Danilo è stato rinnovato – è il primo accordo del nuovo ciclo della Juventus e, in quanto tale, ne sancisce ufficialmente l’inizio – e sarà il brasiliano a subentrare all’attuale capitano quando sarà tempo, per lui, di salutare Torino, cioè a giugno 2024. Nessun altro della vecchia guardia sarà invece confermato.

La Juventus sta per chiudere un altro accordo: contratto fino al 2027
Scanavino e Cherubini ©️Ansafoto

Fumata nera per Juan Cuadrado e Alex Sandro, che non si vedranno rinnovare i rispettivi contratti in scadenza al termine della stagione. Resta in stand-by la situazione di Adrien Rabiot, al quale Allegri non intende assolutamente rinunciare ma che ha avanzato richieste che la Vecchia Signora non può ora come ora assecondare. Chi è quasi certo di rimanere, a patto che si trovi un accordo congruo, è Angel Di Maria, che a Torino si trova bene e che sarebbe ben lieto di restarvi ancora per un po’ insieme alla sua famiglia.

La Juventus sta per chiudere un altro accordo, pronto il rinnovo anche per Locatelli

El Fideo ha accantonato, almeno per il momento, l’idea di tornare in Argentina. Un discorso diverso bisogna farlo invece per Manuel Locatelli, sulla scia di Danilo. Il suo nome è in pole nella lista dei candidati ad occupare il posto di vice capitano della Juventus del futuro.

La Juventus sta per chiudere un altro accordo: contratto fino al 2027
Locatelli ©️Ansafoto

Entro marzo il club avrà completato la sua acquisizione, essendo già scattato l’obbligo di riscatto con il Sassuolo e avendo lui maturato dei bonus, il che significa che presto diventerà a tutti gli effetti un giocatore bianconero. L’intenzione, secondo la Gazzetta dello Sport, sarebbe dunque quella di rinnovare il suo contratto e di trattenerlo all’ombra della Mole per altri 4 anni, fino al 2027. Ci sono tutte le condizioni, insomma, affinché il secondo rinnovo del nuovo ciclo sia proprio il suo. Potrebbe non andare altrettanto bene a Wojciech Szczesny, in riferimento al quale non si è ancora parlato di prolungamento. Resterà di certo fino al 2024, mentre il resto è tutto da vedere. Idem per Rugani.