Inchiesta Juventus, l’UEFA li ha ottenuti: cosa sta succedendo

0
725

Inchiesta Juventus, adesso la Uefa li avrebbe richiesti e ottenuti: tutti i dettagli sui nuovi atti dell’Inchiesta Prisma.

Come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’, l’ente UEFA avrebbe richiesto e già ricevuto i nuovi atti della Procura di Torino relativi, appunto, all’inchiesta Prisma.

Addio Juventus, affarone gratis: blitz rossonero
La Juventus guarderà al mercato dei parametri zero @LaPresse

Proprio l’UEFA, dunque, starebbe continuando a monitorare la situazione relativa proprio alla squadra bianconera. Stando all’indiscrezione, infatti, di maggior interesse ci sarebbero gli ultimi bilanci della società bianconera, gli stessi che hanno portato, il 23 agosto scorso, al settlement agreement tra le due parti. Nell’occasione era stata definita anche una multa da 3,5 milioni di euro per la società, con una sanzione per ulteriori 19,5 milioni subordinata al rispetto degli accordi, come sottolineano da ‘Calcioefinanza’.

La Uefa “scende in campo”: tutti gli aggiornamenti del caso

La Juventus ora rischia grosso: "Processata due volte"
Uefa @Lapresse

La UEFA, come sottolineano, sarebbe già diverso tempo in contatto con la Procura di Torino, che aveva già richiesto, come sottolineato da ‘Calcioefinanza’, il rinvio a giudizio per 12 indagati (tra cui Agnelli, Paratici, Nedved e Arrivabene) più la Juventus, e ora starebbe visionando delle nuove carte: “relative alle indagini suppletive svolte in attesa dell’udienza preliminare davanti al Gup (fissata per il 27 marzo), che comprendono anche gli accordi segreti per il riacquisto di alcuni giocatori”.

Questa documentazione, scrive sempre il portale ‘Calcioefinanza’: sarebbero già in mano della FIGC e potrebbe inguaiare altri club, cioè Udinese, Sassuolo, Bologna, Atalanta, Sampdoria e Cagliari.