Gundogan ha detto sì ma chiede la luna: batticuore Juventus

0
359

Gundogan ha detto sì ma chiede la luna: il centrocampista tedesco potrebbe diventare presto uno dei free agent più appetiti.

Il suo agente, in una delle ultime interviste rilasciate alla stampa, ha pronunciato le solite frasi di circostanza. Ilkay Gundogan, 32 anni lo scorso ottobre, non avrebbe ancora trovato l’accordo con nessun club. La solita “mezza” verità.

Gundogan ha detto sì ma chiede la luna: batticuore Juventus
Gundogan ©️Ansafoto

Il centrocampista tedesco è in scadenza di contratto ma questo potrebbe essere l’ultimo anno con il Manchester City, club che detiene il suo cartellino dal 2016. E, di conseguenza, potrebbe diventare uno dei free agent più ambiti. Pupillo di Pep Guardiola, da qualche stagione non è più un titolare fisso. Motivo per cui il tecnico catalano, vista l’età, potrebbe decidere di farlo partire, liberando spazio salariale. Il procuratore sostiene che il suo assistito per adesso vuole concentrarsi solo sul finale di stagione e sulla nascita del figlio ma in realtà sono in corso colloqui con diversi club. Uno di questi è il Barcellona, che lo reputa perfetto per prendere il posto di Sergio Busquets, indipendentemente da cosa deciderà di fare l’esperto regista blaugrana in merito al rinnovo.

Gundogan ha detto sì ma chiede la luna, il Barça ci prova ma il nodo è l’ingaggio

Futuro in Catalogna, dunque, per il giocatore di origini turche seguito con attenzione anche dalla Juventus? Non è ancora detta l’ultima parola.

Ilkay Gundogan 20111202 juvelive.it
Ilkay Gundogan ©️LaPresse

Vincolato dal tetto salariale dopo i noti problemi finanziari cui deve far fronte da un paio di anni, il Barcellona vorrebbe arruolare Gundogan ma, come riferisce il quotidiano Sport, le richieste del suo entourage sono al momento troppo alte. Nelle ultime settimane il club di Joan Laporta avrebbe intensificato i contatti: il giocatore è d’accordo sulla durata del contratto – il Barça ha proposto un biennale – ma il problema riguarda l’entità dell’ingaggio e i bonus da corrispondere. La società catalana ad ogni modo resta fiduciosa sulla riuscita dell’operazione, considerando che a Gundogan piacerebbe lavorare con un tecnico come Xavi, dalle idee non troppo dissimili da quelle del suo attuale allenatore.