‘Saltano’ due teste: Antonio Conte ritorna soltanto così

0
293

Antonio Conte può tornare in Serie A ma solo a una condizione: il punto sul futuro dell’allenatore pugliese

Il valzer degli allenatori è già cominciato e in estate potrebbe proseguire coinvolgendo anche la Serie A.

Calciomercato Antonio Conte
Antonio Conte (Lapresse) – juvelive.it

Thomas Tuchel è diventato l’allenatore del Bayern Monaco dopo l’esonero dal Chelsea che, invece, ha esonerato anche Potter, affidando la panchina provvisoriamente a Lampard. Da giugno il nuovo manager dei Blues sarà Pochettino che è già stato annunciato. Anche in Serie A ci sono ancora diverse situazioni da risolvere. Il futuro di Simone Inzaghi sulla panchina dell’Inter dipenderà, probabilmente dall’esito del percorso in Champions League. Luciano Spalletti sembra intenzionato a rimanere a Napoli ma adesso la Premier League ha i fari puntati su di lui. Grande punto interrogativo sul futuro di Massimiliano Allegri e di José Mourinho, entrambi legati ai risultati in Europa League. Nemmeno Stefano Pioli è esente da rischi e il nome di Conte continua a rimanere all’orizzonte.

Antonio Conte può approdare al Milan ma a una condizione

Il Milan è molto legata al risultato in Champions League e al piazzamento tra le prime 4 posizioni in campionato.

Conte al Milan senza Maldini e Massara
Maldini e Massara ©LaPresse

L’andamento piuttosto altalenante dei rossoneri in questa stagione ha messo, a tratti, in dubbio la posizione di Pioli. La società ha piena fiducia nel suo allenatore ma non esclude la possibilità di iniziare un nuovo ciclo con una nuova guida tecnica. Il nome di Antonio Conte rimane in primo piano in ottica panchine. L’allenatore pugliese è stato sollevato dall’incarico di manager del Tottenham, dopo le pesanti dichiarazioni nei confronti di squadra e società. Secondo quanto riportato dall’espero di calciomercato, Sebastiano Sarno, l’approdo di Antonio Conte sulla panchina del Milan sarebbe una cosa possibile, ma solo senza la presenza di Paolo Maldini e Frederic Massara. Di conseguenza utopia in questo momento, in quanto è impensabile che Maldini lasci il suo ruolo nel Milan dopo il progetto costruito in questi ultimi due anni.