30 punti di penalizzazione alla Juve: il “malinteso” anticipa la sentenza

0
723

Penalizzazione Juventus, oggi la sentenza contro i bianconeri. Ma il malinteso potrebbe già averla anticipata. Ecco quello che potrebbe succedere

Oggi sappiamo benissimo che sarà un giorno importante per la Juventus, visto che la Procura Federale dovrebbe decidere sui punti di penalizzazione da dare alla squadra di Allegri. Da quel momento in poi saranno calcoli per capire se ci sono possibilità di entrare in Europa il prossimo anno, in attesa, ovviamente, sempre dell’UEFA.

30 punti di penalizzazione alla Juve: il "malinteso" anticipa la sentenza
Allegri (Lapresse) – Juvelive.it

Le previsioni dicono 12 punti, tre in meno dei quindici che il Collegio di Garanzia del Coni ha tolto in maniera momentanea. Ma a girare intorno, come sta succedendo dall’inizio di questa vicenda, è la questione afflittività. Un termine usato parecchio da tutti e usato, anche, dal giornalista del Corriere della Sera Nerozzi, che ieri ha parlato alla trasmissione Tutti Convocati.

Penalizzazione Juventus, ecco quello che potrebbe succedere

“C’è un malinteso sul concetto di afflittività. Il regolamento parla chiaro. Se la pena in punti non è afflittiva, la pena finisce sul prossimo campionato, non è che dai -30 punti alla Juventus su questo campionato”. Insomma, quello che dice il giornalista è che forse, la pena, potrebbe essere scontata anche la prossima stagione, facendo chiudere così come dice la classifica quest’anno.

30 punti di penalizzazione alla Juve: il "malinteso" anticipa la sentenza
Allegri (Lapresse) – Juvelive.it

Non sappiamo quale sia la cosa migliore, onestamente. Soprattutto perché rinviando tutto il prossimo anno potrebbe essere anche un poco più pesante, perché nel mezzo c’è anche il secondo deferimento, quello sulla manovra stipendi, che è arrivato un poco di giorni fa. Una giornata campale, comunque, quella di oggi. E stasera c’è anche la partita sul campo dell’Empoli che ovviamente è in secondo piano, e sembra solamente un contorno. Le attenzioni sono tutte rivolte a Roma e non in Toscana.