Chiesa di nuovo al centro del villaggio: firma immediata

0
273

Chiesa di nuovo al centro del villaggio, anche ieri l’ex viola è stato uno dei migliori in campo. Ma la Juve deve sbrigarsi.

La Chiesa al centro del villaggio. O, se volete, della Juventus. Il figlio d’arte oggi è l’arma in più di questa Signora convalescente, che sta provando a risollevarsi dopo una stagione da incubo. Un valore aggiunto che ieri si è rivelato determinante anche ad Empoli, dove i bianconeri hanno ottenuto la loro seconda vittoria stagionale.

Chiesa di nuovo al centro del villaggio: firma immediata
Chiesa – Juvelive.it (LaPresse)

Due gol in tre partite per l’ex viola, gli stessi che aveva realizzato nello scorso campionato, in cui ha giocato purtroppo soltanto a sprazzi. Massimiliano Allegri, infatti, con lui ha preferito essere cauto, centellinandone il minutaggio dopo quel gravissimo infortunio patito nel gennaio 2022 che lo ha tenuto lontano dai campi da gioco per quasi un anno. Ora quei momenti difficili per fortuna sono ben rinchiusi nel cassetto dei ricordi, con Fede che è tornato a brillare come nel 2021, l’anno in cui si consacrò con la nazionale azzurra, salendo sul tetto d’Europa. Chiesa adesso ha fretta di vincere anche con la maglia bianconera addosso e vuole farlo da protagonista. La sua “fame” era evidente anche ieri, quando a fine match si è fatto tutto il campo per realizzare il gol dello 0-2 che ha chiuso la partita.

Chiesa di nuovo al centro del villaggio, Giuntoli al lavoro per il rinnovo

Eppure, nella sessione di mercato che si è appena conclusa, Chiesa ha rischiato di essere ceduto. Per la Juve, infatti, non rientrava nella lista degli intoccabili.

Chiesa trasformato in attaccante
Federico Chiesa LaPresse

Per ovvi motivi di bilancio se fosse arrivata un’offerta importante il club non avrebbe detto no a prescindere. Anzi, si sarebbe seduta al tavolo e ne avrebbe discusso. Il rischio, inutile negarlo, c’è stato eccome. Chiesa era in cima ai desideri del Liverpool, che si sarebbe fiondato probabilmente su di lui se i sauditi avessero messo le mani su Salah, corteggiato in maniera insistente dall’Al-Ittihad, la squadra di Benzema e Kanté. Alla fine il giocatore è rimasto ma la Juventus è già al lavoro per il rinnovo, come riporta l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport. Il contratto di Chiesa scade nel 2025: temporeggiare troppo potrebbe rivelarsi un errore fatale.