Atalanta-Juventus, la sfida Champions si giocherà così

0
53

Atalanta-Juventus è molto di più che un semplice turno di campionato. Le due formazioni si giocano l’accesso alla prossima Champions League.

Bergamo è pronta. Il Gewiss Stadium attende l’arrivo della Juventus, per una sfida che, anche da queste parti, ha un sapore diverso dalle altre. Domenica, con inizio alle ore 18.00, si affronteranno due squadre con un obiettivo comune da raggiungere ma che, probabilmente, soltanto una, a fine stagione, potrà gioire per averlo centrato.

Gasperini ed Allegri si sfideranno così
Gian Piero Gasperini e Massimiliano Allegri, è sfida Champions (Foto ANSA juvelive.it)

Perché Atalanta-Juventus è una sfida per la conquista di un posto in Champions League. Al di là delle dichiarazioni di facciata, fatte più che altro per scaricare su altre squadre le proprie responsabilità, Napoli, Milan e Inter sono le compagini che si contenderanno lo scudetto semplicemente perché sono più forti delle altre. Sulla carta.

Rimarrebbe, pertanto, sempre sulla carta, un solo posto disponibile ed è per conquistarlo che Atalanta-Juventus si sfideranno a viso aperto. Una gara che si preannuncia carica di significati e con due formazioni che non intendono interrompere la loro scalata verso l’altra classifica.

L’Atalanta di Gasperini ha vinto le ultime due gare di campionato e le vittorie consecutive per i bergamaschi diventano tre se si tiene conto anche della vittoria in Europa League. La Juve di Allegri viene dalla vittoria contro il Lecce, certo non esaltante ma che, perlomeno, ha allontanato i fantasmi riapparsi improvvisamente a Reggio Emilia contro il Sassuolo.

Atalanta-Juventus, le probabili formazioni

Atalanta e Juventus non avranno giocatori squalificati per lo scontro diretto di domenica pomeriggio, anche se i bianconeri hanno già una lunga, e pericolosa, lista di diffidati, Adrien Rabiot su tutti.

Teun Koopmeiners, l'osservato speciale
Teun Koopmeiners, la Juve l’osserva (Foto ANSA juvelive.it)

Gian Piero Gasperini sembrerebbe orientato a schierare in porta Musso, preferito a Carnesecchi. Il trio Scalvini, Toloi e Kolasinac formeranno il muro difensivo che tenterà di arrestare il duo bianconero Chiesa-Vlahovic. Centrocampo nerazzurro che non dovrebbe presentare novità con De Roon e Ederson in zona centrale assistiti sulle fasce da Zappacosta e Ruggeri. L’osservato speciale, anche da Cristiano Giuntoli, l’olandese Koopmeiners agirà alle spalle del duo Lookman-De Ketelaere.

Massimiliano Allegri dovrebbe rispondere con Szczesny tra i pali e Danilo, Bremer e Rugani a comporre il trio di difesa. Il centrocampo a cinque di Allegri vedrà agire, in zona centrale, Fagioli, Locatelli e Rabiot che avranno ai loro lati McKennie a destra, ancora una volta preferito al connazionale Weah, e Cambiaso a sinistra. Intoccabile la coppia d’attacco bianconera formata da Chiesa, in vantaggio su Milik e da Vlahovic, che ha completamente recuperato da un leggero problema alla schiena.