Riammessi nelle Coppe, format UEFA stravolto: apertura UFFICIALE

0
193

Adesso è deciso, Ceferin potrebbe dare il via vai per il ritorno nelle coppe europee: tutti i dettagli del caso.

Come riportano da ‘Calcioefinanza’, la Federazione Tedesca di Calcio (DFB) ha annunciato il suo pieno sostegno alla recente decisione dell’Unione delle Federazioni Calcistiche Europee (UEFA) riguardo alla questione della partecipazione della Russia alle competizioni calcistiche. Questa decisione, che ha suscitato un dibattito acceso, riguarda in particolare il coinvolgimento dei giovani calciatori russi nelle competizioni internazionali.

Ceferin @Lapresse

Hans-Joachim Watzke, vicepresidente della DFB e direttore generale del Borussia Dortmund, ha spiegato il suo comportamento nel voto presso il comitato esecutivo della DFB. La federazione tedesca ha dichiarato che il comitato ha preso atto delle spiegazioni di Watzke e sta seguendo la decisione presa dall’UEFA.

Uefa decisiva: “Ritrono delle squadre giovanili russe”

Ceferin la sbatte di nuovo fuori: “30 anni”. Ha vinto la Juventus
La sede dell’Uefa

La decisione dell’UEFA, sostenuta da Watzke e Karl-Heinz Rummenigge, ex calciatore e dirigente, ha sollevato un dibattito in quanto permette ai giovani calciatori russi di partecipare alle competizioni internazionali, nonostante il contesto di tensione legato alla Russia. La motivazione principale di questa decisione è che i giovani non dovrebbero essere puniti per azioni di cui sono responsabili solo gli adulti.

Aleksander Ceferin, presidente dell’UEFA, ha sottolineato questa importante distinzione, mettendo in evidenza che i bambini non dovrebbero essere penalizzati per le azioni degli adulti. Questo punto di vista ha portato a una certa controversia durante il voto, ma sia Rummenigge che Watzke hanno espresso il loro accordo con la decisione. La decisione dell’UEFA e il sostegno della DFB rappresentano un tentativo di trovare un equilibrio tra la politica e lo sport, cercando di proteggere i giovani calciatori dalla complessità delle relazioni internazionali. Sarà interessante seguire come questa decisione verrà applicata e come influenzerà il futuro delle competizioni calcistiche europee. Rimaniamo in attesa di ulteriori novità sul caso.