La Juventus sbanca ancora: doppio “colpo” UFFICIALE

0
159

La Juventus sbanca ancora, torna l’entusiasmo tra il popolo bianconero: ora due sfide cruciali con Cagliari e Inter. 

E sono quattro. Quattro vittorie di fila per una Juve che è riuscita a passare indenne anche dalla trasferta di Firenze. Per la terza partita consecutiva alla squadra di Massimiliano Allegri è bastato un gol per portare a casa tre punti pesantissimi, che le consentono di tenere il passo dell’Inter. Ora, lassù in cima, ci sono solamente nerazzurri e bianconeri, separati da appena due punti.

Seleziona La Juventus sbanca ancora: doppio “colpo” UFFICIALELa Juventus sbanca ancora: doppio “colpo” UFFICIALE
– Juvelive.it (Lapresse)

Sarà dunque un derby d’Italia infuocato quello che andrà in scena dopo la sosta per le nazionali, il prossimo 26 novembre. Prima, però, la Signora dovrà pensare alla sfida con il Cagliari di Claudio Ranieri, la prima di due gare casalinghe consecutive. Una partita semplice solamente sulla carta, visto che i sardi dopo un avvio disastroso hanno cambiato passo aggiudicandosi i due scontri diretti con Frosinone e Genoa, fondamentali per abbandonare momentaneamente la zona retrocessione. Un avversario, insomma, da non sottovalutare e che farà il possibile per portare via almeno un punto dall’Allianz Stadium.

La Juventus sbanca ancora, Stadium sold out nelle prossime due gare

L’Inter, invece, domenica prossima se la vedrà con il Frosinone a San Siro. Ecco perché è molto importante, per la Juventus, allungare la striscia di vittorie.

La lunga serie positiva, ad ogni modo, ha riportato grande entusiasmo. Il popolo bianconero ha capito che questa squadra, pur latitando dal punto di vista del gioco, ha tutto per tornare a lottare per un obiettivo che manca da troppo tempo: lo scudetto. E quando la Juve chiama non si può che rispondere presente. Come riporta sul suo profilo X il giornalista Romeo Agresti sono già sold out i biglietti per le sfide contro Cagliari e Inter. La vendita libera per la gara con il Napoli partirà dal 13 novembre, ma anche in questo caso sono destinati a rimanere pochissimi tagliandi.