Da Vlahovic al prossimo colpo invernale: Giuntoli svela tutto

0
67

La Juventus esce allo scoperto: Cristiano Giuntoli su Dusan Vlahovic e sulle possibili operazioni di mercato

Cristiano Giuntoli ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni di Mediaset, soffermandosi sul mercato della Juventus, sia in entrata che in uscita e naturalmente sull’attualità.

Dusan Vlahovic, le dichiarazioni di Giuntoli
Dusan Vlahovic (LaPresse)

Naturalmente il direttore dell’area sportiva bianconera è partito dall’impegno serale con la Salernitana in Coppa Italia che potrebbe permettere alla squadra di Allegri di staccare il pass per i quarti di finale, dove incontrerebbe il Frosinone: “Una competizione alla quale teniamo molto, vogliamo fare bene e proseguire. Non è una partita facile, ogni gara va giocata e vinta, noi cercheremo di farlo per continuare come stiamo facendo”. Poi la fatidica domanda sul futuro di Dusan Vlahovic e sulla possibilità che l’Arsenal possa offrire 60 milioni per prelevarlo: “Non ne sappiamo nulla ma comunque il problema non si pone perché Vlahovic non è sul mercato, quindi ci interessa poco”.

Juventus, Giuntoli: “Non ci sono occasioni di mercato convenienti. Su Rabiot siamo fiduciosi”

Proseguendo in tema mercato Giuntoli ha risposto così: “Interesse per Terracciano o Felipe Anderson? In questo momento non ci sono le condizioni corrette né dal punto di vista economico né da quello tecnico”.

Rabiot:le parole di Giuntoli
Rabiot (LaPresse) – Juvelive.it

Un’altro tema molto caldo in casa Juventus è il rinnovo di Adrien Rabiot che ancora tarda ad arrivare. In merito Giuntoli si è espresso così: “Siamo molto contenti, noi vogliamo un rapporto stretto con i nostri calciatori e con i loro entourage. C’è anche con Rabiot quindi siamo molto fiduciosi. Ne parliamo alla fine come l’anno scorso, ma c’è grande fiducia e felicità nel continuare insieme”. Su eventuali rinforzi a centrocampo durante la sessione invernale si è espresso così: “Non c’è necessità numerica di rinforzare il reparto. Abbiamo tanti ragazzi che hanno trovato meno spazio ma sono molto bravi. Hanno già dato dimostrazione della loro forza, come Nicolussi Caviglia, Iling, Miretti. Il mister è molto contento, sta facendo cose straordinarie insieme ai ragazzi e al suo staff. La Rosa attuale ci soddisfa. Dobbiamo lavorare a testa bassa”.