Juventus, Yildiz si è preso la Juventus: il futuro è suo, ma occhio al mercato

0
73

Kenan Yildiz si è preso la Juventus, incantando l’Allianz Stadium con un gol di rara bellezza: il futuro è suo ma l’allarme mercato c’è

Nel travolgente 6-1 della Juventus in Coppa Italia contro la Salernitana Massimiliano Allegri ha avuto risposte molto positive da parte di molti giocatori.

Yildiz si è preso la Juventus: l'exploit del classe 2005 turco
Kenan Yildiz ©LaPresse

I gol di Andrea Cambiaso e Timothy Weah sono un segnale forte per Allegri che sta capendo di poter contare su tutti. Anche di giocatori che fino ad ora avevano avuto poco spazio come Fabio Miretti che ieri ha aperto le marcature. Per non parlare di Daniele Rugani, anche lui in gol, sinonimo di garanzia e professionalità. A prendersi la scena, però, è stato il gioiello del momento, Kenan Yildiz. Il turco classe 2005 si è iscritto a tabellino marcatori con una perla assoluta che ha incantato l’Allianz Stadium. Un gol straordinario che riassume in pieno le caratteristiche del ragazzo: punta l’uomo partendo dalla fascia sinistra, entra dentro il campo scartando un primo avversario e ne salta anche un secondo prima di concludere col destro chiudendo la traiettoria con un tiro potente e preciso. Il tutto con estrema facilità e con una classe fuori dal comune.

Juventus, Kenan Yildiz accende l’Allianz Stadium con un gol straordinario

Che fosse un talento lo si era intuito dalle prime volte che aveva calcato i palcoscenici della Serie A, su geniale intuizione di Allegri che lo ha prelevato dalla Next Gen.

Kenan Yildiz Juventus
Kenan Yildiz, lo vogliono tutti! (Foto LaPresse) juvelive.it

I 10 anni trascorsi nelle giovanili del Bayern Monaco lo hanno forgiato, dandogli delle basi decisamente solide per poter spiccare il volo. Era solo questione di tempo prima che il suo talento venisse fuori e in questa prima parte di stagione è entrato in pianta stabile nelle rotazioni dell’allenatore livornese. In Serie A ha già trovato il suo primo gol, un’altra perla di rara bellezza contro il Frosinone alla prima da titolare che ha ricordato molto la rete messa a segno ieri con la Salernitana.

I sui strappi palla al piede, la capacità di saltare l’uomo anche nello stretto e la freddezza nella conclusione in porta sono elementi venuti fuori molto chiaramente in questi mesi e soprattutto nei due gol realizzati. Può giocare da trequartista ma anche da seconda punta o esterno d’attacco. Di questo passo il suo valore di mercato si alzerà vertiginosamente. La Juve lo considera un patrimonio nel club ma un talento del genere rischia di diventare ambito da molti top club.