Riva e il no all’Avvocato Agnelli: Rombo di Tuono, l’angelo azzurro eroe di un popolo intero

0
35

Riva e il no all’Avvocato Agnelli. Nel giorno in cui il grande attaccante ci ha lasciato, riaffiorano i ricordi legati ad un grande uomo.

2020, Pietro Anastasi e Paolo Rossi. 2023 Gianluca Vialli. 2024, Gigi Riva. In quattro anni ci hanno salutato quattro grandi campioni. Quattro grandi attaccanti, tra i più grandi che il calcio italiano abbia mai espresso.

Gigi Riva ed il "no" alla Juve
Gigi Riva ed il “no” alla Juve (Foto ANSA) juvelive.it

L’ultimo, però, in ordine di tempo, non è stato tra i più grandi. E’ stato il più grande. Gigi Riva da Leggiuno, in provincia di Varese, classe 1944, si è spento ieri nella sua Cagliari. Il mondo del calcio, ma non soltanto, piange, e rimpiange, un campione straordinario ma, soprattutto, un uomo ‘unico’.

Un grande cantore di sport come Gianni Mura lo ha ribattezzato Hombre vertical, per la sua capacità, unica, di andare dritto per la sua strada, senza mai mettere in gioco i valori ai quali era più legato. Nella sua vita professionale e privata ha sposato non soltanto una città ed una maglia, Cagliari ed il Cagliari, ma un’intera terra, la Sardegna.

In nome di quei valori e per l’amore ad una terra che gli ha dato tutto quanto la vita gli aveva tolto troppo precocemente, il papà perduto a nove anni e la mamma morta poi per un tumore, Gigi Riva ha detto tanti “no”, alcuni dei quali decisamente rumorosi. E il suo “no” all’Avvocato Agnelli ha fatto epoca.

Riva e il no all’avvocato Agnelli

2 miliardi di lire, più Bettega, Gentile e Cuccureddu. Eccola l’offerta che il presidente della Juventus, Giampiero Boniperti, aveva messo sul piatto per convincere il Cagliari a cedere Riva.

Riva e il no all’Avvocato Agnelli
Riva e il no all’Avvocato Gianni Agnelli (Foto ANSA) juvelive.it

L’Avvocato Agnelli ha ammirato profondamente Gigi Riva ed avrebbe fatto di tutto per portarlo alla Juventus. Basta rileggere l’offerta della società bianconera per rendersene conto. Il rifiuto del campione “sardo” ha però fatto si che il numero uno della FIAT, da quel momento, abbia ammirato ancor più l’uomo che lo straordinario campione.

Giampiero Boniperti lo ha inseguito a lungo e quando l’ex fuoriclasse del Cagliari e della Nazionale azzurra ha telefonato all’ex numero uno bianconero in occasione dei suoi 90 anni, Boniperti gli ha risposto: “Riva, erano cinquant’anni che aspettavo questa chiamata“, come ci ricorda avvenire.it.

Anastasi, Rossi, Vialli, Riva. Tutti loro hanno legato il loro nome alla Juventus. Tutti, tranne uno, Gigi Riva. E L’Avvocato Agnelli, dopo la sconfitta in finale di Coppa dei Campioni contro l’ Ajax di Johan Cruijff, ha detto a Boniperti, quasi rimproverandolo: “Vede Boniperti, questa partita con Riva l’avremmo vinta“, (Tuttosport). Come dargli torto.