La Juventus ha un nuovo gioiello: l’exploit con la Primavera. Nel radar di Allegri

0
52

La Juventus ha un nuovo gioiello da coltivare: il classe 2006 trascina la Juve Primavera, adesso è nel radar di Allegri

Il campionato Primavera sta regalando tante partite di alto livello che stanno mettendo in mostra numerosi talenti.

Filippo Pagnucco nuovo talento della Juventus Primavera
Massimiliano Allegri (Foto LaPresse) juvelive.it

Nell’ultima giornata la Juventus ha giocato contro il Lecce, vincendo la partita di ‘corto muso’. La vittoria per 1-0 porta la firma del class 206 Filippo Pagnucco che dal dischetto si è dimostrato freddo e deciso. Si tratta del quarto gol del suo campionato, accompagnato da 5 assist. Andiamo a scoprire chi è il giovanissimo terzino bianconero che sta prendendo la scena con le giovanili.

Pagnucco è nato il 9 febbraio 2006. Il suo percorso calcistico è iniziato nelle giovanili del Pordenone e nel 2020 è arrivata la chiamata della Juventus, quando aveva appena 14 anni. Inizialmente ha disputato il campionato Under 17, guadagnandosi anche la chiamata della nazionale Under 16, e successivamente Under 17 e Under 18. All’inizio di questa stagione ha esordito nel campionato Primavera 1. Se pur l’anno scorso fosse stato convocato da Paolo Montero, non aveva mai esordito. Quest’anno si sta prendendo la scena, giocando da terzino sinistro o da esterno di centrocampo.

Juventus, il nuovo talento della Primavera è Pagnucco

Pagnucco ha principalmente una propensione offensiva e i 4 gol messi a segno in campionato ne sono la prova.

Filippo Pagnucco nuovo talento della Juventus
Filippo Pagnucco Juventus Primavera LaPresse

Da quando veste la maglia della Juventus ha collezionato 39 presenze con 4 gol e 9 assist complessivi. I primi gol sono arrivati proprio in questa stagione dove sta avendo un exploit significativo. Nel 2023 ha rinnovato il contratto fino al 2026, a testimonianza della fiducia del club bianconero nei suoi confronti. L’obiettivo di Pagnucco adesso è quello di entrare nella Next Gen, trampolino di lancio per il salto in prima squadra. Come dimostrano i casi recenti di Fabio Miretti, Nicolò Fagioli, Samuel Iling-Junior, Matias Soulé, Enzo Barrenechea e per ultimo Kenan Yildiz. Tutti giovani talenti che dopo essersi messi in mostra con l’Under-23 hanno attirato l’attenzione di Massimiliano Allegri. Anche Pagnucco spera di avere lo stesso percorso.