Caos arbitri: esposto UFFICIALE Figc

0
35

Caos arbitri: esposto UFFICIALE Figc. Non vi è stagione calcistica che non sia accompagnata da polemiche legate alle decisioni arbitri.

La finale di Supercoppa italiana, disputata a Riyad, in Arabia Saudita, non ha avuto l’esito sperato. Insieme al calcio italiano, si sono esportate le polemiche ad esso collegate. Quasi naturalmente.

Caos arbitri: esposto UFFICIALE Figc
Gabriele Gravina. Caos arbitri: esposto UFFICIALE Figc (Foto LaPresse) juvelive.it

La direzione dell’arbitro Capuano, nella finale che ha visto opposte Inter e Napoli, è stata ritenuta dai più insufficiente. Le due ammonizioni che sono costate il cartellino rosso al giocatore partenopeo Simeone, lasciando quindi in inferiorità numerica il Napoli, hanno pesato in maniera determinante sul risultato finale.

Quasi non fossero bastate l’assenza polemica di Walter Mazzarri alla premiazione finale e le parole del presidente Aurelio De Laurentiis a gettare benzina sul fuoco delle polemiche, ecco arrivare l’intervista de Le Iene ad un sedicente direttore di gara.

Un arbitro di Serie A, ancora in attività, ha parlato degli innumerevoli, e per lui inspiegabili, errori che si sono succeduti nell’arco dell’intera stagione in corso. Errori ai quali, spesso, la VAR non ha posto rimedio. Un sistema arbitrale dove, a suo giudizio, si scorgono anomalie inspiegabili.

Secondo il direttore di gara anonimo, all’interno dell’AIA, Associazione arbitri italiani, vi è in atto una guerra intestina tra due opposte fazioni in vista delle prossime elezioni. Un clima avvelenato che condiziona pesantemente le decisioni arbitrali ed il campionato stesso.

Caos arbitri: esposto UFFICIALE Figc

Dopo la dura risposta da parte dell’AIA, attraverso le parole del designatore arbitrale Gianluca Rocchi, arriva anche la decisa presa di posizione della FIGC.

Caos arbitri: esposto UFFICIALE Figc
Arbitro. Caos arbitri: esposto UFFICIALE Figc (Foto LaPresse) juvelive.it

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, ha infatti “dato mandato ai legali di predisporre un esposto da presentare nelle prossime ore presso la Procura di Roma“, come comunicato sul sito ufficiale della federazione, figc.it. Atto dovuto per verificare la veridicità di quanto affermato dal presunto arbitro nell’intervista rilasciata a Le Iene.

Questo perché: “Qualora vi fossero ipotesi di reato, di qualsiasi natura, è interesse della Federazione Italiana Giuoco Calcio che vadano perseguite a tutele di tutto il movimento calcistico e della stessa Associazione Italiana Arbitri“. Sembra l’alba di una nuova, brutta pagina di calcio.