Nuovo allenatore e doppio ribaltone: Juve e Inter salutano Chiesa e Dimarco

0
153

Adesso potrebbe cambiare qualcosa alle big del campionato italiano che potrebbero, dunque, essere private dei loro top player: i dettagli.

Il futuro della panchina del Barcellona sembra prendere una piega sorprendente, con Thiago Motta emergere come candidato principale grazie al sostegno del direttore sportivo Deco. Nonostante le preferenze iniziali di Joan Laporta per nomi come Jürgen Klopp, Michel Sánchez o Imanol Alguacil, Deco è deciso a scommettere sull’ex compagno di squadra, che sta attualmente ottenendo risultati notevoli sulla panchina del Bologna.

Trasferimento dell'estate e reazione a catena: Chiesa-Juventus, così si sancisce l'addio
Federico Chiesa (LaPresse)

Accanto a Rafa Márquez, Motta è il favorito del luso-brasiliano, e i colloqui sono già in corso per considerarlo il successore di Xavi Hernández. L’entusiasmo per questa possibilità è palpabile tra gli ex giocatori del Barça, dell’Inter, del Paris Saint-Germain, dell’Atlético Madrid e del Genoa. Se Motta dovesse diventare il nuovo allenatore del Barcellona, ha già stilato un elenco ambizioso di acquisti e cessioni. In cima alla lista dei rinforzi figurerebbe il centravanti Joshua Zirkzee, attualmente in Serie A con prestazioni eccezionali. Il giovane attaccante, attualmente nelle file del Bologna, potrebbe portare un contributo significativo all’attacco blaugrana. Ma un altro nome che potrebbe giungere al Camp Nou sarebbe Federico Chiesa della Juventus.

Motta al Barcellona vorrebbe Chiesa e non solo

Un vecchio desiderio del Barcellona che potrebbe finalmente concretizzarsi se Motta assumesse la guida tecnica. La Juventus potrebbe essere disposta a negoziare, e Chiesa rappresenterebbe un rinforzo di qualità per il reparto offensivo. Infine abbiamo, anche, Federico Dimarco. Il titolare dell’Inter è diventato uno dei migliori terzini sinistri del mondo in questo momento e ha avuto una crescita clamorosa nelle fila dell’Inter. Ma delle tre è l’operazione che sembra la più complicata. Nonostante ciò Motta lo metterebbe anche in lista in caso di suo approdo, proprio, sulla panchina del Barcellona. Non ci resta che vedere cosa succederà nella prossima estate in casi in cui Xavi dovesse, realmente, lasciare il Barca.