Giuntoli ha in mente la Juve che verrà, nuovo allenatore: “Rivoluzione totale”

0
23

E’ iniziata una settimana molto importante per la Juventus che dopo il ko con l’Inter adesso deve rialzarsi al più presto e rilanciarsi.

La classifica non è al momento una preoccupazione per la formazione allenata da Massimiliano Allegri. E’ vero che l’Inter ha allungato in vetta, dando una spallata ai sogni scudetto dei bianconeri. Ma è altrettanto vero che non c’è niente di definitivamente perso. E non bisogna dimenticare che il traguardo della Juve è un altro.

Giuntoli ha in mente la Juve che verrà, nuovo allenatore: "Rivoluzione totale"
Cristiano Giuntoli (LaPresse)

Conquistare un posto nella prossima edizione della Champions League è l’obiettivo da continuare a inseguire. Il mercato effettuato darà senz’altro una mano, ma ora più che mai bisogna rimanere concentrati. Solo un punto conquistato in due gare hanno allontanato la Juve dalla vetta, ma non dal sogno Champions. Non bisogna però perdere terreno per strada. Le somme si tireranno a fine stagione, quando non si esclude nemmeno un clamoroso ribaltone.

Nerozzi a TvPlay: “Sondaggio della Juve per Thiago Motta”

Che in futuro ci possano essere delle novità sulla panchina della Juve ne è convinto anche il giornalista del Corriere della Sera Massimiliano Nerozzi. Che ai microfoni di TvPlay ha fatto una rivelazione che riguarda quello che potrebbe essere il nuovo tecnico della Juve.

Giuntoli ha in mente la Juve che verrà, nuovo allenatore: "Rivoluzione totale"
Thiago Motta (LaPresse) è uno dei possibili successori di Allegri in panchina

⁠ 
Ci risulta un sondaggio su Thiago Motta. Allegri ha un contratto in scadenza nel 2025 e bisogna capire cosa succederà, c’è anche la possibilità che non voglia continuare sulla panchina bianconera. La società dunque si sta guardando intorno ed uno dei nomi principali è Thiago Motta” ha detto il giornalista. Aggiungendo che “per i bianconeri sarebbe una rivoluzione, piace soprattutto per la sua personalità. E’ un profilo che si sposerebbe meglio con la gestione di Giuntoli e Manna, che devono abbassare il monte ingaggi cercando giocatori giovani e con uno stipendio più basso”.