Clamoroso rinvio del big match: la decisione riscrive il calendario, polemica furibonda

0
23

Clamoroso rinvio del big match: la decisione riscrive in maniera definitiva il calendario e giustamente impazza immediatamente la polemiche

Il torneo di Viareggio potrebbe far slittare la partita che potrebbe decidere il campionato. E permettere di conseguenza anche di recuperare gli infortunati e soprattutto gli squalificati. Insomma, scoppia la polemica. Ma il regolamento parla chiaro, e questo è quello che potrebbe succedere.

Attacco poderoso mai visto: “Venduta la regolarità del campionato”
Il logo della Figc (Lapresse) – Juvelive.it

A spiegare la situazione che riguarda il Piacenza ci pensa il portale sportpiacenza.it, che noi vi riportiamo in maniera integrale. Il ragionamento riguarda il giocatore Bassanini.

Clamoroso rinvio del big match, la situazione

Ecco come spiega la situazione il sito citato prima. Non mancano ovviamente, come spiegato, le polemiche.

“Di fatto Arconatese-Piacenza sarà spostata – ma non è ancora ufficiale – a mercoledì 21 febbraio in modo tale da poter avere a disposizione Bassanini che gioca l’ultima partita del girone di qualificazione sabato 17 febbraio. Ma c’è un’opzione ulteriore: nel caso la Rapprasentativa di Serie D passi il turno il 17 febbraio accedendo agli ottavi di finale, Bassanini dovrebbe rimanere al Viareggio almeno per gli ottavi di finale, e allora la partita slitterebbe addirittura a mercoledì 28 febbraio. E proprio qui si incastra una seconda opzione: se Arconatese-Piacenza dovesse slittare davvero al 28 febbraio allora D’Agostino (squalificato) andrebbe a scontare il turno di squalifica nel match di domenica 25 febbraio in casa col Club Milano, recuperandolo di fatto insieme a Bassanini per la gara del 28 in casa della capolista Arconatese. Un calcolo piuttosto cervellotico, ma tuttavia utile al Piacenza che sta davvero valutando in queste ore di chiedere almeno il primo rinvio a mercoledì 21 contro l’Arconatese, dopodiché si vedrà cosa accadrà al torneo di Viareggio. E’ chiaro, che così facendo i biancorossi andrebbero a “creare” un’altra settimana da tre partite.