Juventus, incontro con le milanesi in Federcalcio: bomba ANSA

0
20

Questa sera è ripartita la serie A con il primo match in calendario per questo turno, la Juventus scenderà in campo invece domenica.

Il massimo torneo nazionale sta regalando tante emozioni agli appassionati di calcio in generale, oltre ovviamente ai tanti tifosi che giorno dopo giorno seguono la loro squadra del cuore. Per la squadra di Allegri finora il campionato è stato molto positivo, il cammino dei bianconeri non può essere valutato certo in base all’ultima sconfitta.

Juventus, incontro con le milanesi in Federcalcio: bomba ANSA

La Juventus probabilmente ha perso la scia dell’Inter nella lotta per lo scudetto, ma c’è ancora tanta strada da fare. Chiesa e compagni del resto non erano certo partiti con l’obiettivo di conquistare il tricolore, ma quella qualificazione alla prossima Champions League necessaria per giocare su palcoscenici importanti e poter anche contare su risorse economiche derivanti dalla partecipazione.

L’Ansa rivela: Juventus favorevole alla riduzione della serie A a 18 squadre

Nel frattempo sta andando avanti da tempo il dibattito relativo a possibili cambiamenti in merito al campionato di serie A. Ma no solo, perché la rivoluzione che potrebbe interessare il calcio italiano coinvolgerebbe anche gli altri tornei professionistici.

Juventus, incontro con le milanesi in Federcalcio: bomba ANSA

L’Ansa proprio negli ultimi minuti ha rilanciato una notizia sicuramente molto importante. Vale a dire lo “schieramento” da parte dei top club della serie A nei confronti della riduzione delle squadre al via. In un incontro con la Federcalcio avvenuto con il presidente federale Gabriele Gravina Inter, Juventus e Milan si sono sbilanciate sulla volontà di ridurre l’organico della serie A da 20 a 18 squadre. Una presa di posizione decisamente in controtendenza, altri club sono favorevoli invece al mantenimento delle 20 squadre al via. Per la Juventus all’incontro erano presenti l’ad Maurizio Scanavino e il dirigente Francesco Calvo.