Calciomercato Juventus, tempo scaduto per Chiesa: 25 milioni di euro

0
146

Per Chiesa il tempo è scaduto. Nel momento più delicato la Juventus non può contare sul suo campione. Gli infortuni stanno minando il suo rendimento.

L’incantesimo è terminato insieme all’illusione. Tutto l’azzurro delle settimane scorse si sta trasformando velocemente in un grigio tendente al nero. Tutto ritorna in discussione. Da Allegri, che è ritornato ad essere il peggiore allenatore possibile, ai giocatori che non indovinano più nemmeno passaggi e stop elementari.

Per Chiesa il tempo è scaduto. Sarà addio
Per Federico Chiesa il tempo è scaduto. Sarà addio (Foto LaPresse) juvelive.it

Persino Giuntoli viene messo sotto accusa e criticato per mancanza della dovuta autorità richiesta dal ruolo ricoperto. Pertanto tutto, alla Juventus, ha contorni frastagliati ed imprecisi. Insicuri sulle scelte da fare e sulle decisioni da prendere. E di decisioni da prendere ve ne sono a iosa, a cominciare dalla guida tecnica.

Da quella ne caleranno, a pioggia, altre millanta ed una delle prime riguarderà Federico Chiesa. L’attaccante bianconero, acquistato dalla Fiorentina nel 2020, dopo una prima, splendida stagione, ha vissuto il dramma di un gravissimo infortunio, datato gennaio 2022, che ha segnato due annate.

La stagione in corso, dopo un promettente inizio, sta prendendo la stessa china negativa. Tanti stop che non permettono mai all’attaccante di Genova di trovare la forma e la continuità di rendimento.

Per Chiesa il tempo è scaduto

Federico Chiesa ha il contratto in scadenza a giugno del 2025. Arriverà quindi alla prossima estate con un solo anno di contratto e con un valore di mercato che andrà a scendere sempre di più.

 Federico Chiesa
Federico Chiesa saluta la Juve (Foto LaPresse) juvelive.it

A causa dei continui infortuni che hanno condizionato pesantemente il suo rendimento, oggi Chiesa non vale più di 25 milioni di euro, come ci fa sapere gazzetta.it. Volontà della Juventus sarebbe quella di proporre a Chiesa il rinnovo del contratto, anche di un anno o due, alle stesse cifre di quello in essere.

Qualora la proposta non venisse accettata la cessione risulterà inevitabile per far sì che la Juventus possa monetizzare dal sua trasferimento e non corra il rischio di perderlo un anno dopo a parametro zero. La vicenda di Federico Chiesa assume una particolare valenza all’interno del discorso rinnovi pianificato da Cristiano Giuntoli.

Il rinnovo, o meno, di Chiesa potrebbe creare un effetto domino positivo o negativo. Il momento della Juventus è delicato anche per questo.