Hellas Verona-Juventus, Allegri l’ha fatto ancora: rivoluzione totale in attacco

0
346

Hellas Verona-Juventus, Allegri lo ha fatto ancora. Rivoluzione in attacco rispetto alla gara contro l’Udinese. Ecco le possibili scelte di Max

Nel tardo pomeriggio di domani la Juventus di Massimiliano Allegri sarà impegnata al Bentegodi contro il Verona: sulla carta non dovrebbe esserci storia ma sappiamo benissimo che il match nasconde delle insidie importanti. La squadra di Baroni è alla ricerca di punti per la salvezza e viene anche dal buon pari contro il Monza. I bianconeri invece da un punto in tre partite che hanno allontanato la testa della classifica.

Hellas Verona-Juventus, Allegri l’ha fatto ancora: rivoluzione totale in attacco
Allegri e Landucci (Lapresse) – Juvelive.it

Impegno difficile, quindi. E Allegri è alla ricerca di soluzioni soprattutto in attacco. L’assenza di Vlahovic contro i bianconeri friulani si è fatta sentire e anche parecchio: il serbo ha recuperato e domani dovrebbe prendersi una maglia da titolare al posto di Milik, apparso davvero spaesato nell’impegno di lunedì scorso. E poi sulla prima linea dovrebbe esserci anche un’altra novità.

Hellas Verona-Juventus, Yildiz dal primo minuto

Anche Chiesa ha deluso contro l’Udinese: il numero 7 non ha mai trovato la posizione giusta in campo e quando ha avuto il pallone tra i piedi non ha garantito nemmeno quella superiorità numerica saltando il diretto avversario. Si dovrebbe accomodare in panchina e dare spazio quindi a Yildiz. Il turco quindi andrà a comporre con Vlahovic la coppia titolare.

Hellas Verona-Juventus, Allegri l’ha fatto ancora: rivoluzione totale in attacco
Vlahovic, pronto a riprendersi una maglia da titolare (Lapresse) – Juvelive.it

Ci saranno diversi cambi, comunque: obbligato quello dietro vista la squalifica di Bremer – al suo posto Rugani in mezzo – si dovrebbe vedere dall’inizio anche Kostic sulla corsia mancina. In poche parole una Juve che cambierà abbastanza rispetto all’Udinese con un unico e solo obiettivo, comunque: quello di prendersi i tre punti e cercare innanzitutto di tenere a distanza il Milan.