Allegri saluta la Juve e vola a Milano: gli hanno detto tutto

0
1176

Allegri saluta la Juve e vola a Milano: ecco lo scenario che è stato riportato pochi minuti fa dallo speaker radiofonico. La situazione attorno a Max

Dopo il pareggio di Verona contro l’Hellas, la situazione di Massimiliano Allegri sulla panchina della Juventus si è fatta più incandescente del solito. Già nei minuti successivi al punto conquistato in Veneto – che fortunatamente non è costato, per ora, il secondo posto – erano molti i tifosi che chiedevano l’addio immediato.

Allegri saluta la Juve e vola a Milano: gli hanno detto tutto
Allegri (Lapresse) – Juvelive.it

Ovviamente da qui alla fine dell’anno, salvo clamorosi risultati negativi nelle prossime settimane, non ci dovrebbero proprio essere scossoni. Allegri ha un contratto fino al 2025 e lui avrebbe intenzione di rispettarlo. Magari si troverà anche un accordo per il rinnovo a cifre inferiori, ma onestamente al momento nessuno sa quello che sarà il futuro del livornese. Di certo le voci adesso sono un poco incontrollate. Ma andiamo a vedere insieme quello che ha detto lo speaker radiofonico Edoardo Mecca, che tutti noi sappiamo benissimo come sia un tifoso bianconero.

Allegri saluta la Juve, va all’Inter

“Riporto una frase che mi è appena stata detta e vedremo cosa succederà: in caso, e ripeto IN CASO, Simone Inzaghi dovesse andare via dall’Inter (possibile direzione Premier League) attenzione alla pista Allegri a Milano. Ma ripeto per la terza volta IN CASO”. Questo il Tweet piazzato pochi minuti fa sul proprio profilo. Quindi un Allegri che potrebbe cambiare casacca e volare all’Inter, per quello che molti vedrebbero come un tradimento.

Allegri saluta la Juve e vola a Milano: gli hanno detto tutto
Simone Inzaghi (Lapresse) – Juvelive.it

Sappiamo benissimo, e lo abbiamo visto anche con Antonio Conte, che la vita professionale di un allenatore è qualcosa che va oltre l’immaginazione: chi si aspettava una bandiera della Juve sulla panchina dei nerazzurri? Così è stato alla fine e non ci stupiremmo ovviamente se Allegri un giorno andasse a Milano. Certo, ci rimarremo male. Ma il lavoro è lavoro, c’è poco da fare.