Caos prima della Champions: rissa sfiorata nello spogliatoio

0
75

Bufera prima della Champions. Una grande d’Europa sta vivendo una stagione da incubo. Il momento è delicato e saltano i nervi ai giocatori.

Verrebbe da dire: “mal comune mezzo gaudio“. Mentre in Italia il mondo del calcio s’interroga sul momento no della Juventus, anche oltralpe c’è un club che non sta vivendo la sua migliore stagione: il Bayern Monaco.

Bufera prima della Champions
Bufera prima della Champions (Foto ANSA) juvelive.it

Il Bayern Monaco ha molto in comune con la Juventus, soprattutto per quanto riguarda le serie di vittorie consecutive nell’ultimo decennio. La Juventus ha inanellato nove scudetti di fila, i bavaresi, anche grazie al suicidio all’ultima giornata del Borussia Dortmund della passata stagione, hanno raggiunto quota 11 scudetti consecutivi.

E lo squadrone tedesco è stato protagonista anche dell’ultimo mercato estivo con il roboante acquisto dell’attaccante inglese Harry Kane, pagato al Tottenham oltre 100 milioni di euro. Eppure, nonostante lo straordinario rendimento del nazionale inglese, 25 reti in 22 partite, il Bayern Monaco è indietro in classifica.

Come la Juventus, anche i biancorossi sembra che abbiano smarrito la strada che conduce alla vittoria. Dopo la sonora sconfitta. 3-0, nello scontro diretto contro la capolista Bayer Leverkusen, è arrivata anche la sconfitta contro la Lazio in Champions League. E’ però la terza sconfitta consecutiva che ha fatto saltare i nervi allo spogliatoio bavarese.

Bufera prima della Champions: sfiorata la rissa

1,2,3. Bayer Leverkusen, Lazio, Bochum. Terza sconfitta consecutiva, 3-2, con protagonista, ancora una volta in negativo, Upamecano, che ha causato un calcio di rigore che gli procurato anche il cartellino rosso.

Joshua Kimmich, sfiorata la rissa
Joshua Kimmich (Foto ANSA) juvelive.it

Nervi tesi all’interno di una squadra che la parola sconfitta è solita legarla a doppio filo ai propri avversari. Una stagione così difficile non la si immaginava soprattutto dopo la sontuosa campagna acquisti estiva.

E in questi momenti la ‘desuetudine’ alla sconfitta può giocare brutti scherzi. E’ Sportface su X ad informarci sull’accaduto. Il centrocampista bavarese Joshua Kimmich ha avuto un acceso scontro verbale con un componente dello staff tecnico, Zslot Low.

Motivo dello scontro? Il centrocampista, nazionale tedesco, non ha preso bene la decisione del tecnico Thomas Tuchel di sostituirlo al 63esimo minuto. Il volto di Kimmich immortalato nella foto ‘parla’ chiaro. Il tecnico Tuchel, dal canto suo, e nonostante il periodo nero, sembra non correre rischi di esonero. Almeno al momento.

Anche qui il parallelo con la Juventus e Massimiliano Allegri viene fuori spontaneamente.