Juventus-Frosinone, Allegri dice no al tridente: la novità è una sola

0
56

Tutto pronto per la sfida che la Juventus dovrà affrontare quest’oggi. All’ora di pranzo si affronta il Frosinone.

Inutile sottolineare l’importanza di questa partita che soltanto sulla carta sembra semplice. I gialloblu di Eusebio Di Francesco sono una squadra che gioca bene ma paga a caro prezzo leggerezze difensive e a volte l’inesperienza di alcuni suoi uomini.

Tutto pronto per la sfida che la Juventus dovrà affrontare quest'oggi. All'ora di pranzo si affronta il Frosinone.
Massimiliano Allegri (LaPresse)

La Juventus dovrà stare attenta soprattutto ai…”suoi” giocatori. Perché Soulè è un trascinatore del Frosinone e con lui anche Barrenechea e Kaio Jorge vorranno mettersi in evidenza. Sognando in ritorno in estate a Torino, ma per restare con la prima squadra. I bianconeri hanno raccolto solo due punti nelle ultime quattro gare, un ruolino che deve essere assolutamente invertito. C’è un posto Champions da conquistare e bisogna dunque ripartire di slancio verso questo obiettivo. Nel corso di questi giorni non sono mancate le critiche all’allenatore Massimiliano Allegri, finito nel mirino proprio per questo periodo nella quale la sua Juve è apparsa “piatta”.

Juventus, scatta l’ora di Alcaraz: oggi titolare

Si è ipotizzato anche un possibile cambio di modulo. I tifosi spingono ormai da tempo per l’utilizzo del tridente offensivo, in grado di valorizzare forse meglio le qualità di singoli come Chiesa, ad esempio. Ma stando alle ultime indiscrezioni di formazione non ci sarà nessuna rivoluzione.

Juventus-Frosinone, Allegri dice no al tridente: la novità è una sola
Per Alcaraz una chance dall’inizio (LaPresse)

La Juventus infatti dovrebbe scendere in campo con il consueto modulo 3-5-2, ma ci sarà comunque una novità da tenere d’occhio. Si tratta di Alcaraz, centrocampista arrivato nel mercato di gennaio. L’ex Southampton avrà una chance dall’inizio e con i suoi inserimenti potrebbe accendere una scintilla in avanti, facilitando il compito dei due attaccanti. Ci sarà Chiesa con Vlahovic, fuori Yildiz che partirà dalla panchina. In sintesi questo sarà l’undici che tra qualche ora dovrebbe vedersi in campo: Szczesny; Gatti, Bremer, Rugani; McKennie, Alcaraz, Locatelli, Rabiot, Cambiaso; Vlahovic, Chiesa.