Conte, annunciato il suo futuro: ecco la prossima destinazione

0
77

Svelata la prossima destinazione di Antonio Conte: ecco tutti i dettagli in merito al futuro dell’allenatore. 

Non si placano le voci relative al futuro in panchina di Antonio Conte. Il tecnico salentino, ex capitano della Juventus, è attualmente libero dopo la fine della sua esperienza al Tottenham. Ha deciso di prendersi un anno sabbatico tant’è che ha rifiutato alcune offerte importanti da parte anche di club italiani, come il Napoli. Ecco quale sarà la sua prossima destinazione in futuro.

Conte, nome per il Manchester United
Antonio Conte ©LaPresse

Ci sono delle novità di mercato sul futuro di Antonio Conte. L’allenatore ha già deciso di tornare in pista la prossima stagione. Tanti club si sono già mosso per ingaggiarlo, ecco le ultimissime sulla prossima squadra di Conte.

Conte torna in pista, ecco dove andrà la prossima stagione

S’è parlato anche della Juventus anche se l’ipotesi di un ritorno è assai difficile. In Italia c’è il Milan in pole per ingaggiarlo. La sensazione, però, è che Conte possa seguire le orme del suo grande maestro Giovanni Trapattoni e andare ad allenare il Bayern Monaco.

Antonio Conte (LaPresse)

Nel corso di un’intervista a Numero Diez, l’ex giocatore della Juventus Giaccherini ha parlato del futuro di Antonio Conte.

“Lo vedrei bene in un club con organizzazione, programmazione e mentalità vincente. Se dovessi fare dei nomi di grandi squadre, con panchine libere, direi Bayern Monaco e Liverpool. Sono due società abituate a vincere e se non riesci a farlo è un problema, per la storia che hanno alle spalle; un po’ come quando in Italia si parla tanto se la Juventus non vince”.

Infine, Giaccherini ha raccontato alcuni retroscena sul rapporto con Antonio Conte.

“Un rapporto di amicizia, lo sento tutt’ora, l’ultima volta è stata tre giorni fa. Per me è stato come un padre calcistico, mi voleva già l’anno prima quando allenava il Siena, ma io ho preferito giocarmi le mie carte in Serie A dopo aver vinto la B con il Cesena. Poi è andato alla Juve e mi ha voluto fortemente anche lì, gli devo tanto per la carriera che ho avuto. Lui, però, è uno che non ti regala niente: gioca solo chi merita e io mi sono conquistato il posto, nonostante i grandi campioni che c’erano alla Juventus”.

“È sempre stato un rapporto schietto e di sincerità, lui sicuramente apprezzava i miei lati umani oltre che calcistici. Un rapporto vero, a me lui piace molto soprattutto dal lato umano: noi vediamo un Conte sempre arrabbiato e teso, ma c’è un Conte anche fuori dal contesto calcistico, una persona con cui si parla benissimo di qualsiasi cosa”.