Nella notte di Marassi c’era anche la Juventus: Giuntoli prepara il colpaccio

0
174

Nella notte di Marassi c’era anche la Juventus, alla Continassa si inizia già a programmare il futuro: l’indizio è lampante. 

Sì, l’Inter ha sempre 9 punti di vantaggio e la parola “scudetto”, al momento, è diventata di nuovo impronunciabile, come quando ad inizio stagione Massimiliano Allegri non voleva sentirne parlare.

Nella notte di Marassi c’era anche la Juventus: Giuntoli prepara il colpaccio
I tifosi del Genoa – Juvelive.it (Lapresse)

Divario che potrebbe addirittura ampliarsi se tra due giorni i nerazzurri di Simone Inzaghi riusciranno ad avere la meglio sull’Atalanta nel recupero di mercoledì. Ma la Juventus non deve farsi scoraggiare. Al contrario, deve pensare solamente a sé stessa. I bianconeri, infatti, non erano partiti con l’obiettivo di vincere il tricolore. Prima di tutto c’è la qualificazione alla prossima Champions League, competizione alla quale la Signora non partecipa ormai da due stagioni. L’ultima apparizione nella coppa dalle grandi orecchie risale al novembre 2022, poco prima che iniziassero i Mondiali qatarioti. La Juventus uscì mestamente già dopo la fase a gironi, circostanza che non si verificava da un decennio. La voglia di rigiocarla è ovviamente tanta e grazie al successo di ieri sul Frosinone Vlahovic e compagni sono sempre più vicini a… riveder le stelle, come Dante nella Divina Commedia.

Nella notte di Marassi c’era anche la Juventus, emissari bianconeri per Gudmundsson

Il responsabile dell’area tecnica bianconera Cristiano Giuntoli farà di tutto per farsi trovare impreparato. L’ex diesse del Napoli, infatti, sta già pensando a come reinvestire gli introiti che arriveranno dalla Champions League.

Non solo Koopmeiners. Un altro possibile acquisto della Juve, come riportano le ultime voci, potrebbe essere Albert Gudmundsson, il 27enne islandese del Genoa che in questa Serie A sta facendo faville, trascinando i rossoblù a suon di gol e assist. Secondo Tuttomercatoweb emissari bianconeri erano presentei sabato scorso a Marassi per vedere all’opera il giocatore, impegnato nella sfida con l’Udinese (terminata 2-0 per il Genoa).