Allegri e il futuro: “Ogni anno la stessa storia. Una Juve storica”

0
52

Allegri dopo la partita contro il Napoli ha parlato ai microfoni di Dazn. Ecco le sue parole sugli obiettivi da prendere e sul futuro

“Stasera i ragazzi hanno fatto una bella partita e anche nel primo tempo abbiamo avuto buone occasioni e non le abbiamo sfruttate. Sono passaggi di crescita. Bisogna avere equilibrio e non andare fuori ritmo. Siamo secondi e ci sono 11 partite per il nostro obiettivo”. Ha esordito così Massimiliano Allegri ai microfoni di Dazn dopo la sconfitta di Napoli. Soddisfatto per la prestazione ma deluso del risultato.

Allegri e il futuro: "Ogni anno la stessa storia. Una Juve storica"
Allegri (Lapresse) – Juvelive.it

“Stasera è stato bello vedere la squadra che si è aiutata, abbiamo rischiato solo nelle mischie e loro non hanno avuto occasioni nitide. Ci siamo intestarditi andando troppo centralmente. Quando abbiamo allargato il gioco invece abbiamo fatto bene, dovevamo farlo di più. Ci è mancato un pizzico di esperienza. Stasera forse ha giocato la Juve più giovane, forse la più giovane della storia, 6 in campo tra 2005 e 2003. Segnale che la Juve ha giocato bene, e questi ragazzi li ritroveremo l’anno prossimo con delle partite”.

Allegri e il futuro

“Sono dispiaciuto, bisogna fare meglio in quelle situazioni. Il rigore lo ha calciato male Osimhen, se lo avesse tirato bene forse il pallone sarebbe andato in calcio d’angolo” ha detto ancora Max. Che poi ha “commentato” in questo modo le parole del suo agente di ieri.

“Nella vita le cose sono semplici. Potete invitarlo e farvelo spiegare. Io sono l’allenatore della Juventus e sono contento di esserlo. Ogni anno in questo periodo c’è il dilemma Allegri. Non lo so se sarà la Champions il giudizio finale. Ma credo che il problema Allegri al momento non esista visto che c’è una stagione in corso. Li ringrazio per quello che hanno fatto fino ad ora e per raggiungere quello che l’anno scorso ci hanno tolto”.