Allegri “demolito” in diretta: “Lui e Mou appartengono al passato”

0
44

Allegri “demolito” in diretta, l’ex centrocampista bianconero ha parlato anche del tecnico livornese nell’intervista a TvPlay.

Si è appena conclusa un’elettrizzante tre giorni di coppe europee e siamo di nuovo pronti a rituffarci nelle vicende di casa nostra. La notizia della settimana è la straripante prestazione della Roma di Daniele De Rossi, che ha letteralmente strapazzato il Brighton dell’amico De Zerbi nell’andata degli ottavi di finale di Europa League.

Allegri “demolito” in diretta: “Lui e Mou appartengo al passato”
Allegri – Juvelive.it (Lapresse)

Un 4-0 che non lascia spazio a dubbi e certifica l’ottimo momento che stanno attraversando i giallorossi, di nuovo in corsa per un posto nella prossima Champions League. L’ex capitan futuro ha trasformato in poco tempo una squadra che neanche due mesi fa annaspava e correva il rischio di restare fuori da tutto. I numeri che sta facendo registrare la formazione capitolini sono completamente diversi a quelli della gestione Mourinho. Segno, probabilmente, che il cambio di guida tecnica era l’unica cosa da fare dopo la sconfitta con il Milan a San Siro che ha determinato l’esonero dell’allenatore di Setubal.

Allegri “demolito” in diretta, Orlando: “Lui e Mourinho non sono più tecnici moderni”

Al di là di tutto, De Rossi sta dimostrando di avere la stoffa per poter fare questo mestiere: i dubbi che circolavano sul suo conto, vista la scarsissima esperienza a questi livelli, erano legittimi ma lui li ha già fugati tutti.

La Juventus ribalta Mourinho: nuovo difensore da 25 milioni
Mourinho – (AnsaFoto) – Juvelive.it

Secondo l’allenatore Massimo Orlando (ex centrocampista della Juve), intervenuto a TvPlay, “De Rossi ha fatto un grande lavoro non solo sul campo ma anche nella testa dei giocatori. Basti vedere come gioca Celik o anche lo stesso Pellegrini”. E poi ha parlato anche di Allegri: “Allegri e Mourinho secondo me non possono più essere considerati tecnici moderni, poi è chiaro che se gli metti in mano una squadra piena zeppa di campioni sono bravi nella comunicazione e sono vincenti. Il calcio però è cambiato”.