Un basco assieme a Koopmeiners: centrocampo Juventus rivoluzionato

0
49

Per la Juventus non è certo un periodo semplice, ma la squadra bianconera deve superare piano piano tutti gli ostacoli che ha davanti.

I bianconeri hanno perso smalto nell’ultimo periodo, lo confermano anche i risultati che sono arrivati nelle ultime partite. Dopo il ko nello scontro diretto con l’Inter, sfumato il sogno scudetto, sono arrivati altri passi falsi che stanno mettendo a rischio la conquista del secondo posto in classifica.

Un basco assieme a Koopmeiners: centrocampo Juventus rivoluzionato
(LaPresse)

Bisogna inoltre fare i conti con i problemi legati all’infermeria. Allegri ha perso dei giocatori chiave nelle ultime settimane e l’organico, specie a centrocampo, ha gli uomini contati. Ora c’è da affrontare il match con l’Atalanta in piena emergenza, ma con la consapevolezza di dover fare risultato per muovere altri passi verso il traguardo della qualificazione alla prossima Champions. Poi ci sarà tanto lavoro da compiere per la dirigenza, chiamata a rinnovare una squadra che dovrà pensare in grande.

Juventus, Zubimendi è il nuovo obiettivo per la mediana

Prossimi mesi che saranno dunque bollenti dal punto di vista del calciomercato, perchè Giuntoli dovrà portare alla Juventus innesti in tutti i reparti. Anche se la priorità pare essere il centrocampo, che ha perso già pezzi importanti. Senza dimenticare il punto interrogativo costituito dal rinnovo di Rabiot.

Un basco assieme a Koopmeiners: centrocampo Juventus rivoluzionato
Zubimendi, mediano della Real Sociedad (Ansafoto)

La Gazzetta dello Sport spiega come la Juventus si sia messa sulle tracce di Martin Zubimendi, centrocampista basco che gioca in nazionale spagnola e che sta facendo benissimo con la maglia della Real Sociedad. Classe 1999, nel pieno dunque della sua maturità calcistica, elemento dai piedi buoni e dall’ottimo senso di posizione. Sarebbe lui l’innesto scelto per rendere la squadra migliore sulla linea mediana, dove comunque come volto nuovo potrebbe vedersi anche Koopmeiners dell’Atalanta, che del resto ha caratteristiche diverse rispetto al calciatore iberico. Di sicuro i loro arrivi presuppongono degli investimenti importanti da parte della dirigenza.