Nuovo bomber in Serie A: la Juve “beffa” Milano

0
46

Siamo arrivati ad un punto della stagione durante il quale è chiaro che la Juventus debba iniziare a guardare al futuro.

Quest’anno è sfumata la possibilità di lottare per lo scudetto dopo aver perso lo scontro diretto con l’Inter. Va detto che la formazione di Massimiliano Allegri quest’anno non partiva certo tra le favorite e ha disputato una prima parte di stagione senz’altro al di sopra di ogni più rosea aspettativa.

Nuovo bomber in Serie A: la Juve "beffa" Milano
(LaPresse)

La Juventus adesso ha la missione di riuscire a centrare la qualificazione alla prossima edizione della Champions League. Che garantirebbe anche degli introiti molto importanti da mettere a bilancio. Soldi che alla Juventus servono come il pane anche per effettuare un calciomercato da protagonista nel corso della prossima estate. Si continuerà a setacciare ogni angolo del mondo alla ricerca di giovani talenti che possono essere le colonne della squadra non solo per la prossima stagione ma anche per gli anni a venire.

Juventus, anche Camarda nella lista degli obiettivi

Per aprire infatti un nuovo ciclo vincente c’è la necessità di avere a disposizione dei calciatori che possano integrarsi nell’attuale squadra e migliorare le loro prestazioni partita dopo partita. Per questo motivo la Juventus pare intenzionata a pescare sempre più tra i giovanissimi, da far crescere a Torino con la speranza che possano essere poi protagonisti in prima squadra.

Nuovo bomber in Serie A: la Juve "beffa" Milano
Francesco Camarda (Ansafoto)

Secondo quanto riportato da Milannws.it ci sarebbero anche i bianconeri sulle tracce del giovane italiano più promettente. Stiamo parlando dell’attaccante della primavera del Milan Francesco Camarda, attaccante dalle qualità tecniche straordinarie che sta facendo parlare di sé in tutto il mondo. Il calciatore sta per diventare maggiorenne e dunque il Milan sta cercando di blindarlo con un contratto lungo. Ma su Camarda come detto c’è l’interesse anche di tanti top club europei (tra cui anche l’Inter), ragion per cui le prossime settimane saranno fondamentali per capire il futuro di questo enfant prodige del calcio italiano.