“Siamo stati polli”: Allegri tira dritto dopo Juve-Atalanta

0
45

Juventus-Atalanta, dopo il pareggio 2-2, mister Allegri ha parlato così della sfida dell’Allianz Stadium. I dettagli della situazione.

Mister Allegri ha parlato in esclusiva ai microfoni di DAZN commentando il pareggio dei bianconeri. Ecco cosa ha detto.

Allegri esclude un titolare
Massimiliano Allegri  (Foto LaPresse) Juvelive.it

Una sfida che già dalle premesse si poteva pensare complessa. Una squadra, l’Atalanta, mai semplice e anche oggi la dimostrazione è arrivata sul rettangolo di gioco. Un ennesimo pareggio per i bianconeri adesso vengono superati dal Milan a +1 e figurano terzi in classifica. Ecco, di seguito, le parole di Allegri nel post gara:

Mancata la gestione? Abbiamo fatto una buona partita contro una buona Atalanta, abbiamo subito due gol dove potevamo fare meglio. Nel secondo tempo abbiamo giocato meglio, di rabbia e di tecnica. Bisogna migliorare in difesa, soprattutto quando siamo in vantaggio, già successo contro il Napoli. Facciamo buone partite ma prendiamo gol facilmente.

Sono momenti, bisogna mantenere la serenità. Dobbiamo arrivare nelle prime quattro, mancano dieci punti. Ai ragazzi non posso dire nulla. Devono essere orgogliosi e fieri. L’impegno di questa squadra non è mancato.

Numeri preoccupanti? Tutto è un percepire, 58 punti sono gli stessi. Ora si vedono le cose in modo diverso. Questi momenti servono a far crescere la squadra. A far crescere i giovani e non perdere di vista il nostro obiettivo. Dobbiamo tornare in Champions l’anno prossimo.

Koopmeiners? Non ci manca. Siamo stati un po’ polli sulla punizione. Dobbiamo lavorare e fare meglio. Arriviamo da una partita difficile. Questo risultato vale molto.

Striscioni? Mi fa piacere. Hanno riconosciuto il lavoro. Hanno aiutato la squadra nei momenti di difficoltà, abbiamo tutti un obiettivo da raggiungere: la Champions.

Milik? Sono contento, ha fatto una buona prestazione come tutta la squadra. Adesso pensiamo anche alla Coppa Italia.