Affare alla Zidane per la Juve: tre piccioni con una fava

0
56

C’è ancora tanto lavoro da fare per la Juventus in questo finale di stagione, lo confermano i risultati che stanno arrivando.

I bianconeri hanno vissuto un mese di febbraio e questo inizio di marzo in chiaroscuro. Prestazioni sotto le aspettative, pochi punti conquistati ed ecco che dal sogno scudetto si è scivolati addirittura in terza posizione. Il Milan infatti ha compiuto il sorpasso nell’ultimo weekend dopo il mancato successo degli uomini di Allegri sull’Atalanta.

Affare alla Zidane per la Juve: tre piccioni con una fava
(LaPresse)

Ora serve rimboccarsi le maniche e cercare di ripartire nel migliore dei modi contro il Genoa nel prossimo turno, con la speranza di poter recuperare delle pedine importanti da mandare in campo. Purtroppo anche la sfortuna si è accanita contro la Juve, che nelle ultime gare ha dovuto fare a meno di suoi giocatori chiave. Poi nel corso dell’estate si dovranno fare delle valutazioni relative alle mosse di calciomercato da fare, anche se chiaramente la prima dovrà essere la conferma di Allegri o meno in panchina.

Juventus, tutto su Koopmeiners ma il prezzo è alto

Al di là di quella che sarà la scelta del club, è necessario che la Juventus porti a Torino dei calciatori di spessore in tutti i reparti. Giovani affamati in cerca di successi, ma anche dei calciatori affermati che siano in grado di fare la differenza sia in Italia che in Europa.

Affare alla Zidane per la Juve: tre piccioni con una fava
Koopmeiners (LaPresse)

C’è un giocatore che piace parecchio e che entusiasma anche i tifosi bianconeri, stiamo parlando di quel Koopmeiners che sta disputando una stagione strepitosa con l’Atalanta e che ha segnato una doppietta proprio contro la Juve. Per prenderlo servirà un investimento importante, ma si tratterebbe di un calciatore che in dote porterebbe anche tanti gol. Per abbassare il prezzo la Juve potrebbe inserire nella trattativa degli elementi graditi all’Atalanta, o magari recuperare risorse economiche dalle cessioni, che dovrebbero essere almeno tre.