“Stravolgere tutto”: da Allegri al mercato, la Juventus riparte da qui

0
41

Dopo il pareggio ottenuto contro l’Atalanta adesso la Juventus deve cercare di ripartire di slancio con un obiettivo molto chiaro.

È vero che il traguardo minimo da raggiungere per la formazione allenata da Massimiliano Allegri è la qualificazione alla prossima edizione della Champions League. Ma è altrettanto vero che sarebbe meglio conquistare il secondo posto in classifica alle spalle di un’Inter ormai lanciata verso la conquista dello scudetto.

"Stravolgere tutto": da Allegri al mercato, la Juventus riparte da qui
Massimiliano Allegri (LaPresse)

I pochi punti conquistati nell’ultimo mese e mezzo hanno fatto sì che il Milan sorpassasse la Juventus alle spalle dei nerazzurri. Serve dunque adesso una reazione d’orgoglio. Perché è vero che il posto nella prossima Champions non pare essere a rischio visto l’ampio vantaggio sulle rivali, ma i tifosi si aspettano decisamente di più da una squadra che nella prima parte della stagione aveva incantato e fatto sperare nella possibilità di poter lottare per lo scudetto. Le ultime prestazioni invece fanno pensare a diversi investimenti da fare sul mercato.

Juventus, Albanese a TvPlay: “Senza rinnovo ci sarà l’addio di Allegri”

Il primo nodo da sciogliere, anche in virtù di come rinnovare il parco giocatori, sarà legato alla scelta che farà la società riguardo il futuro di Massimiliano Allegri. Rimarrà ancora a guidare i bianconeri o ci sarà un ribaltone.

"Stravolgere tutto": da Allegri al mercato, la Juventus riparte da qui
Allegri (LaPresse)

Parlando ai microfoni di TvPlay il giornalista della Gazzetta dello Sport Giovanni Albanese ha ipotizzato quello che potrebbe essere lo scenario possibile in casa bianconera. “La Juventus ha un contratto con Allegri fino al 2025 e Giuntoli ha preannunciato un confronto con lui al termine della stagione. Difficile che il tecnico inizi la prossima stagione con il contratto in scadenza. Senza il rinnovo ci sarà l’addio. C’è da capire come potrebbe essere rilanciato il progetto, la squadra ha perso smalto e convinzione e ci sono tanti giocatori in scadenza. Se la Juventus vuole essere all’altezza della sua storia, c’è la necessità di stravolgere tutto”.