Juventus, incubo penale: annuncio UFFICIALE sul contratto

0
111

Juventus, c’è l’incubo della penale: annuncio ufficiale sul contratto del bianconero. Ecco quello che è venuto a galla”

Un colpo improvviso, uno di quelli che nessuno si aspettava. La Juve nello scorso mese di gennaio in meno di due giorni ha chiuso con Alcaraz, centrocampista argentino del Southampton, approdato a Torino e adesso purtroppo fermo ai box per infortunio. A raccontare i dettagli dell’operazione ci ha pensato il suo agente, Sebastian Lopez, che ha rilasciato una lunghissima intervista ad As.

Juventus, incubo penale: annuncio UFFICIALE sul contratto
Cristiano Giuntoli (LaPresse) – Juvelive.it

Due anni fa, per Alcaraz, si è parlato di molte squadre interessate. “All’epoca c’era il Torino, c’era il Porto, c’era l’Inter, ma nessuno di loro aveva fatto un’offerta ufficiale. La stagione finisce e torna a Madrid dopo le vacanze. È venuto qui per qualche giorno e quando è stato qui ho ricevuto una chiamata da un club inglese che era molto interessato a lui. Abbiamo avuto alcuni club di Premier League, abbiamo avuto qualche chiamata zoom, ma non è progredito nulla”.

Juventus, c’è una penale per Alcaraz

A gennaio invece la Juventus, che il giorno prima ha avvertito l’agente che sarebbe arrivata una proposta ufficiale al club inglese e così è stato. Lopez racconta i dettagli economici dell’operazione rivelando la penale per i bianconeri.

Juventus-Frosinone, Allegri dice no al tridente: la novità è una sola
Alcaraz (LaPresse) – Juvelive.it

“Prestito di circa 1,5 milioni, più una penale. Il Southampton ha insistito molto sul fatto che quando vai in prestito ci doveva essere questo tipo di “penalità” se il giocatore non gioca. Hanno cercato una clausola che legasse Alcaraz alle presenze. Se gioca meno del 30% di tutti i minuti questa clausola aumenta. Diminuisce poi se questo tempo aumenta e si azzera se gioca più del 60% dei minuti a disposizione”. Adesso bisogna capire se il giocatore, infortunato, fermi anche questo minutaggio. Crediamo di sì. Ma intanto nel contratto esiste questa penale.