Errore tecnico dell’arbitro: match da ripetere, comunicato UFFICIALE

0
45

Cartellino rosso ‘inspiegabile’. Una partita segnata da un grave errore arbitrale. Il Giudice Sportivo Territoriale interviene in maniera decisa.

Calcio ed arbitri. Un binomio indissolubile, un rapporto inscindibile poiché senza ‘i giudici’ in campo non vi sarebbe nemmeno il calcio. Se si torna indietro con le memoria la Moviola, con alcuni ‘casi’ eclatanti, ha fatto discutere, litigare per interi decenni.

Cartellino rosso fuori dal Regolamento
Cartellino rosso ‘inspiegabile’. (Foto ANSA) Juvelive.it

Se si pensa che nemmeno con la Moviola in campo, ovvero con la Var, si riescono ad evitare polemiche e teorie complottistiche, vuol dire che l’errore arbitrale è un qualcosa di connaturato con il calcio, una componente che dona ai tifosi gioia e rabbia a seconda se favorisca o danneggi la propria squadra del cuore.

Per cui con l’errore arbitrale occorre conviverci, perché come si dice ‘salomonicamente’ in questi casi, l’errore del giudice di gara fa parte del gioco. E gli errori si compensano sempre a fine campionato. Vi sono però errori che non possono far parte del gioco, soprattutto, quando i direttori di gara interpretano ‘troppo liberamente’ il Regolamento.

O, addirittura, prendono decisioni non previste dalle norme.

Cartellino rosso ‘inspiegabile’

A questa seconda categoria appartiene il direttore di gara della sfida che ha visto contrapposte le formazioni del Grottaglie Calcio e Rinascita Refugees, partita valida per il campionato di Promozione Girone B pugliese.

Calcio
Campo di calcio (Foto ANSA) Juvelive.it

La partita, disputatasi lo scorso 3 marzo, è terminata con il punteggio di 3-0. La gara, però, andrà ripetuta a seguito della decisione del Giudice Sportivo Territoriale il quale ha accolto il ricorso della squadra ospite che ha avuto come oggetto l’espulsione del portiere Sanneh Sheriffo, come ci informa tuttocampo.it.

Il portiere ha toccato la palla con le mani all’interno della sua area di rigore dopo un retropassaggio di un suo compagno. L’arbitro ha giustamente concesso la punizione indiretta, ma ha anche estratto il cartellino rosso e mandato anzitempo il numero uno negli spogliatoi. Una sanzione non prevista dal regolamento.

Per il Giudice Sportivo l’errore tecnico dell’arbitro ha finito con il condizionare la gara della squadra ospite del Rinascita Refugees e pertanto la partita dovrà essere ripetuta. Errore tecnico ammesso poi dallo stesso direttore di gara.