Antonio Conte di nuovo in Serie A: scelta fatta, non è tornato indietro

0
23

Antonio Conte di nuovo in Serie A, il tecnico salentino continua ad essere uno dei più ricercati in assoluto. 

Ogni volta che una big di Serie A vive un momento di crisi spunta automaticamente fuori il suo nome. Antonio Conte, fermo ormai da un anno dopo l’esperienza agrodolce al Tottenham in Premier League, continua ad essere uno degli allenatori più ambiti. E non solo in Italia, dove ci sono dei club che farebbero carte false per accaparrarselo.

Antonio Conte di nuovo in Serie A: scelta fatta, non è tornato indietro
Conte – Juvelive.it (Ansa)

Fino a qualche settimana fa il Milan sembrava essere in pole su Juventus e Napoli, le altre due squadre sulle tracce del tecnico salentino. Ora invece, complice la striscia positiva realizzata dai rossoneri, le sue quotazioni sono di nuovo in ribasso: Stefano Pioli è riuscito a raddrizzare la situazione e la società sta addirittura valutando l’ipotesi rinnovo. Aurelio De Laurentiis, che già lo scorso novembre dopo l’esonero di Rudi Garcia l’aveva cercato insistentemente, avrebbe campo libero. Eppure Conte, a quanto pare, continua a non essere convinto dal “progetto Napoli”. I partenopei hanno vissuto – finora – una stagione disastrosa, in netta controtendenza con quella scorsa, in cui avevano “ammazzato” il campionato già a febbraio, giocando un calcio all’avanguardia e spettacolare. Sembrava si potesse aprire un ciclo ma non è stato così.

Antonio Conte di nuovo in Serie A, ma non al Napoli

Difficilmente il Napoli, al momento ottavo in campionato, giocherà la Champions League. E gli investimenti sul mercato, senza gli introiti garantiti dalla coppa dalle grandi orecchie, per forza di cose non potranno essere ambiziosi.

Come pretenderebbe invece un tecnico esigente qual è Conte. Secondo il giornalista Luca Cerchione è ormai certo che l’ex allenatore della Juventus non siederà sulla panchina azzurra il prossimo anno. In pole per prendere il posto che oggi è di Francesco Calzona c’è l’attuale condottiero della Fiorentina, Vincenzo Italiano. Poi, a seguire, Stefano Pioli e Domenico Tedesco.