Terremoto in classifica: penalizzazione record, “imitano” la Juventus

0
24

Terremoto in classifica, il club inglese potrebbe partire con un pesantissimo handicap nella prossima stagione. 

La classifica della Premier League quest’anno ha un “debole” per gli asterischi. No, stavolta le gare rinviate non c’entrano davvero nulla. Sono due, infatti, i club che devono fare i conti – è davvero il caso di dirlo – con delle penalizzazioni comminategli negli ultimi mesi dalla lega calcistica inglese per motivi di natura economica. E dunque per il mancato rispetto del famigerato Fair Play finanziario.

Seleziona Terremoto in classifica: penalizzazione record, “imitano” la Juventus Terremoto in classifica: penalizzazione record, “imitano” la Juventus
La protesta dei tifosi dell’Everton contro la Premier League – Juvelive.it (Ansa)

Si tratta dell’Everton e del Nottingham Forest, due squadre che rischiano di retrocedere in Championship. I Toffees lo scorso autunno si sono ritrovati improvvisamente con 10 punti in meno in classifica, precipitando in zona retrocessione. Per mesi hanno vissuto con questa sorta di spada di Damocle, fino a quando gliene hanno restituito quattro in seguito ai ricorsi. Sono sei adesso i punti di penalizzazione per il club di Liverpool, che è quintultimo a +3 sulla zona retrocessione. Insomma, non c’è da stare tranquilli.

Terremoto in classifica, il Chelsea rischia grosso

L’altra squadra che all’incirca un mese fa ha subito un altro “terremoto” è il Forest. I Tricky Trees, tornati in Premier League nell’estate 2022, corrono il rischio di finire nuovamente in cadetteria.

Zidane-Juve, telenovela (in)finita: “Allenatore più pagato al mondo”
Todd Boehly, patron del Chelsea ©️Ansafoto

Anche loro hanno annunciato ricorso ma per ora devono far fronte ad una penalizzazione di 4 punti, che li tiene appaiati al Luton terzultimo. Secondo le indiscrezioni che provengono d’oltremanica, il prossimo club a finire nella “tagliola” della lega sarebbe il Chelsea, che da quando c’è il nuovo proprietario Todd Boehly nelle ultime due stagioni ha speso circa un miliardo di sterline (peraltro con risultati deludentissimi). Anche i Blues, come spiega il sito inglese Caughtoffside, rischiano di violare le regole finanziarie: entro giugno devono “generare” almeno 100 milioni di euro, altrimenti il prossimo anno potrebbero partire con un -10 (o più, visto che parliamo di cifre ben diverse da quelle dell’Everton) in classifica.