Futuro Allegri, Juve-Fiorentina segna la svolta: lo Stadium si schiera

0
177

In casa Juventus l’attenzione è tutta sulla partita di questa sera che si sta giocando contro la sempre temibile Fiorentina.

La squadra di Italiano è reduce, proprio come i bianconeri, dal successo nella semifinale d’andata di Coppa Italia. I viola sono una formazione combattiva e ben messa in campo, in cerca di un’altra vittoria nel tentativo di sfruttare il momento poco favorevole degli uomini di Allegri in campionato. Per ora le cose stanno andando ai bianconeri, ma c’è il secondo tempo da giocare.

Futuro Allegri, Juve-Fiorentina segnali la svolta: lo Stadium si schiera
Massimiliano Allegri (LaPresse)

Non bisogna infatti dimenticare che il ruolino della Juventus in serie A negli ultimi mesi è stato di fatto disastroso. Con soli 7 punti conquistati in nove gare. Una marcia al rallentatore che ha fatto perdere a Chiesa e compagni il secondo posto in classifica. E che ora potrebbe, in modo davvero clamoroso, rimettere in gioco il piazzamento Champions visto e considerato che chi sta dietro non sta certo a guardare. Nonostante manchino ancora diverse settimane alla conclusione della stagione sono già molto frequenti le voci di calciomercato che riguardano i bianconeri.

Juventus, pochi fischi isolati per Allegri prima del fischio d’inizio

Si parla soprattutto della questione allenatore in casa bianconera, con Thiago Motta indicato come possibile erede di Allegri. Ma non bisogna dimenticare che il tecnico livornese ha ancora un altro anno di contratto con la Juventus, fino a giugno del 2025. E non ci sono per ora indizi su un suo addio anticipato. Fondamentale sarà capire se si riusciranno o meno a centrare gli obiettivi.

Futuro Allegri, Juve-Fiorentina segnali la svolta: lo Stadium si schiera
I tifosi della Juventus (LaPresse)

Il pubblico bianconero, stando almeno a quanto accaduto stasera allo Stadium, non disdegnerebbe la conferma di Allegri. Durante la lettura delle formazioni di Juventus-Fiorentina al nome di Allegri, scandito dallo speaker, ci sono stati solo pochi fischi isolati. Questo insomma fa capire come i tifosi sugli spalti abbiano ancora grande fiducia nelle qualità dell’allenatore della loro squadra del cuore.