Cassano umilia Allegri e ne invoca le dimissioni: “Li prende in giro”

0
56

Cassano umilia Allegri. Altra gara della Juventus, altre polemiche che investono il suo allenatore. L’ex campione di Bari Vecchia ci va giù pesante.

La Juventus non vince e Massimiliano Allegri finisce sul banco degli imputati. La Juventus ritrova la vittoria in campionato ed il tecnico livornese è messo nuovamente sotto accusa.

Cassano umilia Allegri
Cassano umilia Allegri (LaPresse) Juvelive.it

La Juve che perde non convince, ma non convince nemmeno la Juve che vince. Ed allora ripartono le polemiche, gli attacchi diretti al tecnico bianconero reo di non aver saputo dare una precisa identità alla sua squadra in questi ultimi tre anni.

La vittoria di misura contro la Fiorentina ha rappresentato una boccata d’ossigeno, con vista Champions, di vitale importanza per la Juventus, ma la critica è ripartita a testa bassa.

L’ottimo primo tempo della formazione bianconera è stato, infatti, seguito da una ripresa da ‘solita Juve’. I commenti post partita si sono concentrati, com’era facile prevedere, proprio sull’atteggiamento sparagnino della compagine bianconera.

Lo studio della Domenica Sportiva si è ‘acceso’ di voci e di opinioni avendo la Juventus come argomento centrale della serata.

Cassano umilia Allegri

Juventus-Fiorentina è stata commentata anche da Antonio Cassano, presente nello studio della Domenica Sportiva. L’ex campione di Bari Vecchia è partito a testa basa e ha attaccato frontalmente il tecnico della Juventus.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri (LaPresse) Juvelive.it

L’analisi di Antonio Cassano parte dal dato di fatto che Allegri in questi tre anni non ha. ancora, vinto nulla. Per cui la conseguenza più naturale dovrebbe essere un passo indietro da parte del tecnico bianconero.

La Juve ha 17 nazionali e ha speso 160 milioni ma gioca alla carlona, non riescono a fare tre passaggi. Quando dice che la Juve deve arrivare quarta, prende in giro tutti“.

L’ex campione barese fa l’esempio del Bologna, formazione che, con una rosa costata pochissimo, è però in grado di esprimere un gran gioco. Cassano ha poi proseguito dicendo: “Pioli è stato messo in croce perché non è amico dei giornalisti eppure ha vinto uno scudetto. Allegri è sempre ben voluto“.

Antonio Cassano come Daniele Adani, uniti contro Allegri. Per fortuna è un tecnico ‘ben voluto’.