Nuovo allenatore Juventus, dirigenza spaccata in due: riecco Conte

0
1791

Nuovo allenatore Juventus: Allegri lascerà alla fine della stagione e la dirigenza bianconera è spaccata a metà. Rispunta il nome di Antonio Conte

Nemmeno la gara vinta contro la Fiorentina ha riportato il sereno in casa Juventus. Anzi, alla fine del match contro la truppa di Italiano sembrerebbe ci sia stato uno sfogo di Allegri con i dirigenti e con qualche giocatore. Un segnale che le cose non stanno andando per il verso giusto nonostante la squadra sia in linea con gli obiettivi: centrare una qualificazione alla prossima Champions League e arrivare in fondo alla Coppa Italia. Tutto è possibile.

Nuovo allenatore Juventus, dirigenza spaccata in due: riecco Conte
Antonio Conte, ritorna il suo nome accostato alla Juventus (Lapresse) – Juvelive.it

Comunque, il destino di Massimiliano Allegri sembra essere ormai segnato. Si è parlato molto di quello che potrebbe essere il successore del tecnico: con quel Thiago Motta – che così come confermato da Rudy Galetti ha offerte importanti anche dall’estero – che sarebbe il primo nella lista. Ma non è più l’unico. Rispunta in maniera clamorosa il nome di Antonio Conte.

Conte alla Juventus, la situazione

Non sembrava più una pista percorribile quella di un ritorno di Conte a Torino. Ma da un paio di giorni il nome dell’ex tecnico del Tottenham è ritornato in maniera prepotente a circolare. E secondo quanto riportato dalla fonte citata prima, una parte della dirigenza della Juventus lo vorrebbe proprio come successore di Allegri.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri (LaPresse) Juvelive.it

Anche in questo caso, visto che parliamo solamente di alcuni uomini che gestiscono le operazioni, è evidente come ci sia una spaccatura tra le parti sulla scelta del futuro allenatore della Juventus. Un tecnico che dovrà fare solamente una cosa: tornare a vincere. Poi come poco importa. Perché se non siete tifosi juventini e non avete capito il concetto, allora forse è meglio farvi qualche domanda. “Vincere è l’unica cosa che conta”.