Torino-Juventus, Allegri: “Il mio futuro? Ora pensiamo all’obiettivo”

0
50

Il derby di Torino non si è certo concluso come si aspettava la tifoseria di una Juventus che continua a fare fatica.

Il risultato finale di 0-0 è giusto per quando hanno fatto vedere in campo le due formazioni. Ma la Juve si deve rammaricare per le occasioni che Vlahovic ha sprecato nel corso della prima frazione di gioco.

Torino-Juventus, Allegri: "Il mio futuro? Ora pensiamo all'obiettivo"
Massimiliano Allegri (ansa)

I bianconeri hanno dovuto fare i conti con un Torino che ha tenuto molto bene il campo e che soprattutto nel corso della ripresa sembrava avere più benzina degli uomini di Allegri. È stato fatto un altro piccolo passo verso la matematica qualificazione alla prossima edizione della Champions League ma è chiaro che i tifosi avrebbero voluto un successo in questo derby. Non c’è ovviamente la massima felicità ma bisogna guardare avanti e cercare di chiudere la stagione nel miglior modo possibile, iniziando poi a pensare anche alle mosse che la dirigenza dovrà effettuare nel corso dell’estate.

Juventus, Allegri: “Il mio futuro? Ora centriamo l’obiettivo”

In sala stampa ovviamente sono state molto attese le parole dell’allenatore Massimiliano Allegri, al termine di quello che potrebbe essere il suo ultimo derby nel caso in cui in estate arrivasse la separazione dalla squadra torinese. “Abbiamo avuto delle occasioni e in altre potevamo fare meglio contro un buon Torino. E’ normale che se non le sfrutti poi diventa tutto difficile” ha detto l’allenatore.

Torino-Juventus, Allegri: "Il mio futuro? Ora pensiamo all'obiettivo"
L’errore di Vlahovic sotto porta (Ansa)

Che non rimprovera nulla ai suoi ragazzi: “Devono rimanere sereni, abbiamo fatto bene e non abbiamo subito gol. La condizione di alcuni non è quella ottima, ma stanno crescendo e penso faranno un ottimo finale di stagionale. Vlahovic? E’ stata una serata storta, ci sono serate così”. Allegri ha parlato anche del suo futuro: “La base è buona, la società farà le sue valutazioni. Ora centriamo l’obiettivo, che rimane la cosa più importante per la Juventus”.