La Juventus cede definitivamente Huijsen: ne arrivano due con i suoi soldi

0
50

La Juventus cede definitivamente Huijsen. Iniziano a spuntare le prime indicazioni riguardanti il prossimo mercato dei bianconeri.

Il lavoro che attende Cristiano Giuntoli parte da un dato di fatto incontrovertibile e che ne segna, in maniera chiara, la difficoltà. La prossima Juventus dovrà ‘sobbarcarsi’ il doppio degli impegni ufficiali rispetto a quelli della stagione in corso.

La Juventus cede definitivamente Huijsen
Dean Huijsen (LaPresse) Juvelive.it

Osservando il bicchiere mezzo pieno un tale aumento di impegni ufficiali dovrebbe rallegrare. Felici di essere, probabilmente, tornati a disputare la Champions League, sicuramente il Mondiale per Club e magari anche le Final Four della Supercoppa italiana.

Eppure c’è un evidente problema. Negli ultimi due mesi e mezzo la Juventus è scomparsa, sia dal punto di vista psicologico che, in buona è parte, anche fisico. E’ scomparsa avendo un unico impegno, il campionato e, di tanto in tanto, la Coppa Italia.

Gli impegni che andranno ad aumentare imporranno, fatalmente, un adeguamento della rosa sia in termini qualitativi che quantitativi. Nonostante il positivo esito dell’aumento di capitale, gli introiti che arriveranno grazie alla partecipazione a tornei di primaria importanza, i denari a disposizione di Cristiano Giuntoli saranno estremamente limitati.

La nuova Juventus sarà decisamente più giovane, ma il paradosso, tutto bianconero, è che potrebbero essere proprio i giovani a finanziare la Giovane Juventus.

La Juventus cede Huijsen, il tulipano è ai saluti

Una Juventus giovane e sostenibile. Così la vuole John Elkann ed è seguendo questi dettami che la dovrà costruire Cristiano Giuntoli. Non sarà facile poiché sarà un gioco fatto tutto di scelte. Decidere chi far partire per finanziare chi dovrà arrivare.

Riccardo Calafiori
Riccardo Calafiori (LaPresse) Juvelive.it

In tema di difensori un profilo che la Juventus attenziona da tempo è Riccardo Calafiori, classe 2002, difensore del Bologna guidato da quel Thiago Motta sempre più ‘spinto’ verso la panchina della Juventus.

Giuntoli, però, ha sempre un occhio di riguardo verso i giovani talenti da cogliere un attimo prima degli altri. Talenti come Giovanni Leoni, classe 2006, difensore della Sampdoria, che sta crescendo grazie agli insegnamenti del ‘Maestro’ Andrea Pirlo.

Profili giovani che, però, hanno un costo. Secondo La Gazzetta dello Sport gli eventuali acquisti di Calafiori e Leoni potrebbero essere ‘finanziati’ dalla cessione del talento olandese, classe 2005, Dean Huijsen, ora in prestito alla Roma.

Sul talento ‘orange’ vi sarebbe il forte interessamento del Borussia Dortmund, sempre vigile ed attento sul mercato dei giovani. Una Juventus giovane e sostenibile che dovrà, necessariamente, compiere ‘dolorosi sacrifici’.

La speranza, ed il timore, è che non si tramutino presto in ‘dolorosi rimpianti’.