Giuntoli lo fa firmare dopo due anni: capolavoro Juventus

0
53

La mossa di Giuntoli per soddisfare il proprio desiderio: arriva alla Juventus dopo due anni di trattativa

L’estate di mercato si prospetta di nuovo bollente, soprattutto per alcuni calciatori della Serie A. Uno di questi è sicuramente Matias Soulé che rientrerà a Torino dopo il prestito al Frosinone e scoprirà il suo destino, in base anche alle valutazioni della Vecchia Signora e alle richieste che arriveranno.

Giuntoli porta Samardzic alla Juve
Cristiano Giuntoli (LaPresse)

Anche per Lazar Samardzic si prospetta una sessione di mercato piuttosto movimentata. Il trequartista dell’Udinese è stato il grande protagonista dello scorso mercato di Serie A, facendo scontrare tutti i top club italiani. Il serbo sembrava ad un passo dall’Inter, tanto da aver già effettuato le visite mediche. Prima che il suo agente cambiasse le condizioni e i nerazzurri decidessero di mollare definitivamente l’affare. A quel punto si è inserita prepotentemente la Juventus che in tutti i modi ha provato a stanare l’Udinese. Anche Napoli e Roma hanno monitorato il giocatore e durante il mercato di gennaio si è riaperta una mini telenovela che stava per portare il 2002 al Maradona.

Juventus, il piano di Giuntoli per portare Samardzic a Torino e battere la concorrenza

Adesso potrebbe aprirsi un’altra asta in Serie A. Come riportato da calciomercato.com, Juventus, Napoli e Fiorentina sarebbero in prima fila per Samardzic.

Nuova telenovela Samardzic: Juve, Napoli e Fiorentina
Samardzic (LaPresse)

Il serbo è un pallino di Giuntoli già dai tempi di Napoli e questa volta vorrebbe portare a termine l’affare. Il Football Director bianconero continua ad avere in cima alla lista Koopmeiners ma dopo l’infortunio di Ferguson (rottura del legamento crociato), l’alternativa all’olandese potrebbe essere proprio il serbo dell’Udinese. I friulani chiedono almeno 30 milioni, dal momento che la stagione del mancino non è stata estremamente esaltante: 4 gol e 2 assist. Non sicuramente quella della consacrazione, viste le attese di inizio campionato. Forse tutto questo clamore mediatico ha influito anche sulla serenità del calciatore.