Inter, la storia è maestra di vita: sconfitta a tavolino ‘ricorrente’

0
49

Per i tifosi più giovani, la notizia relativa alla sconfitta a tavolino: c’entra l’Inter e la Juventus. Ecco tutti i dettagli sul derby d’Italia più controverso di sempre.

Da sempre, tra Juventus ed Inter, c’è sempre stata una grande rivalità. I derby d’Italia hanno fatto la storia della Serie A. Ed è riavvolgendo il nastro che esce fuori uno dei ricordi, con la partita più controversa del campionato italiano. Un match che non tutti ricordano ma che, in un certo senso, ha cambiato anche le regole.

inter san siro logo
Inter San Siro logo @la presse foto – juvelive

La data è segnata nei libri di storia di entrambe le società. Un episodio storico che è successo negli anni 60 e che ogni 16 aprile esce alla ribalta. Ieri è stato ricordato, per l’ennesima volta, la scofitta a tavolino della Juventus contro l’Inter.

16 aprile 1961, Juventus-Inter: cosa accade al Comunale di Torino

Figlia di un calcio che non c’è più, la partita di disputò in un clima surreale. Siamo agli inizi degli anni ’60 e Juventus ed Inter sono in lotta per vincere il tricolore. Lo scontro diretto valeva mezzo Scudetto ed è per questa ragione che, al Comunale di Torino, migliaia di tifosi si recarono allo stadio: una maxi presenza di circa 61mila presenze, anche oltre il numero consentito di persone. Ciò portò alla sospensione della gara, che fu giocata solo per 30 minuti.

thuram inter
Marcus Thuram @La Presse foto – juvelive

L’arbitro dell’epoca, Gambarotta, temendo per l’incolumità dei tifosi, che per non essere schiacciati arrivarano anche a bordocampo e sopra le tribune, decretò la sospensione della partita Juventus Inter.

Inevitali le polemiche dopo la decisione dell’arbitro visto che, alla fine, il Giudice Sportivo diede la vittoria a tavolino per l’Inter contro la Juventus. Un risultato, questo, che favorì i nerazzurri, con la squadra di Herrero in piena corsa per la vittoria dello Scudetto.

La sorpresa, però, arrivò qualche mese più tardi. Alla vigilia dell’ultima giornata, Inter e Juventus erano a pari punti ed un ricorso di Agnelli al Caf decretò la ripetizione del derby d’Italia. Alla luce di questa situazione, che portò poi l’Inter a perdere contro il Catania e a dire addio matematicamente allo Scudetto, i nerazzurri per protestare contro questa decisione di ripetere il match, decisero di mandare in campo la Primavera dell’Inter che perse 9 a 1 contro la Juventus, con Sivori grande protagonista ed autore di sei reti.