La Juve tradisce Thiago Motta: niente Conte, nuovo allenatore italiano

0
59

Nuovo allenatore della Juventus: c’è un altro nome dopo Thiago Motta e Conte, si tratta di un italiano.

Le ottime prestazioni del Bologna hanno acceso i fari sull’allenatore Thiago Motta, finito nel mirino non solo della Juventus ma anche di altre società. Il tecnico, che ha il contratto in scadenza a giugno 2024, non ha ancora sciolto i dubbi riguardo il suo futuro. Per molti è quasi certo il suo approdo alla Juventus anche se, nelle ultime settimane, al tecnico si sono interessate anche altre big del calcio europeo. Ecco nuovi aggiornamenti in merito al possibile addio dalla Serie A. Con Motta che può cedere alla tentazione di vivere una prima esperienza da tecnico in un top club europeo.

Thiago Motta ha detto basta: annuncio UFFICIALE sul suo futuro
Thiago Motta (Lapresse) – Juvelive.it

Nel caso in cui dovesse concretizzarsi il trasferimento di Motta in una big europea, cosa farà la Juventus? Quale allenatore piace a Giuntoli. Arrivano nuove indiscrezioni in merito a questa ipotesi.

Al vaglio della società ci sono anche altri tecnici che sono apprezzati alla Continassa e sono sul taccuino del dirigente bianconero.

Juventus: c’è un altro mister nella lista di Giuntoli

La sensazione è che comunque vada, arriverà l’addio con Massimiliano Allegri. Per la sostituzione del livornese arriverà un giovane, un tecnico di prospettiva che in questi prime anni ha mostrato le sue qualità in Serie A.

Nella lista, oltre a Motta che è il favorito per diventare il nuovo tecnico della Juventus, ci sono anche Palladino del Monza e Vincenzo Italiano. Sullo sfondo la pista Antonio Conte, complicata e difficile soprattutto a causa delle esose richieste economiche del mister salentino che è destinato ad altre piazze come Napoli o Milan.

Hanno “esonerato” Allegri: voto unico per l’erede
Italiano – Juvelive.it (Ansa)

Così a Juventibus il giornalista Luca Fauso Momblano, in merito ad un’alternativa di Motta in casa Juve.

“Vincenzo Italiano è un allenatore che, sulla carta, è lecito possa ambire ad una panchina importante. Se lascia Firenze è perché ambisce ad una piazza superiore alla Fiorentina e andare in una big consolidata, come Napoli o altre. Quella è l’ambizione, anche perché è seguito da un procuratore che è molto capce nel mondo del calcio”.

“Se Motta dovesse andare allo United? A questa domanda rispondo oggi, 17 aprile, e dico che penserei ad una Juventus su Vincenzo Italiano.”