Triplo addio Juventus, Vlahovic ciliegina sulla torta: eredi da 120 milioni

0
2920

Calciomercato Juventus, triplo addio per i bianconeri che hanno già trovato però gli eredi. Anche Vlahovic potrebbe lasciare alla fine di questa stagione

Un triplo addio alla fine della stagione. Con gli eredi che comunque sarebbero già stati trovati. Un quadro su quello che potrebbe succedere nei prossimi mesi dentro la Juventus lo fa questa mattina TuttoSport, che rilancia anche un possibile saluto in anticipo di Vlahovic.

Triplo addio Juventus, Vlahovic ciliegina sulla torta: eredi da 120 milioni
Vlahovic (Lapresse) – Juvelive.it

Secondo il quotidiano torinese infatti l’Arsenal di Arteta sarebbe pronto ad affondare il colpo. I londinesi hanno acceso di nuovo i riflettori sulle prestazioni dell’attaccante serbo e hanno in mente il colpo grosso, quello che potrebbe portare un ingente cifra a Giuntoli da reinvestire nelle prossime sessione di mercato. Ma chi saluterà insieme al centravanti: dubbi su Rabiot intanto, che potrebbe non rinnovare, e anche su McKennie che per adesso non ha accettato la prima offerta di prolungamento dell’accordo. Tre addio, quindi. Con tre innesti che saranno comunque sicuri.

Tre colpi per Giuntoli

In mezzo al campo l’obiettivo principe, il numero uno, rimane Koopmeiners dell’Atalanta. Servono tra i 50 e i 60milioni di euro per convincere la Dea a lasciarlo andare. Soldi che potrebbero arrivare dalla cessione di Vlahovic. Davanti, inoltre, si fa sempre più spazio l’ipotesi Gudmunsson del Genoa. L’islandese convince sempre di più per personalità e caratteristiche tecniche.

Triplo addio Juventus, Vlahovic ciliegina sulla torta: eredi da 120 milioni
Colpani (Lapresse) – Juvelive.it

E poi c’è la pista che porta a Colpani, esterno offensivo ma anche mezzala all’occorrenza del Monza sul quale ci sono i radar di Inter e Milan, come sappiamo. I tre investimenti comunque potrebbero portare ad un esborso economico di 120milioni di euro. In gran parte recuperati con l’addio di Dusan, e poi dalla cessione dell’americano e dal risparmio dell’ingaggio del francese. Una Juve praticamente nuova, rivoluzionata rispetto a quella che abbiamo visto fino ad oggi. Senza dimenticare, infine, che rimangono pure in piedi le piste che portano a Calafiori e Zirkzee del Bologna, soprattutto se dovesse arrivare sulla panchina Thiago Motta.