Attenta Juve, il bomber si propone per la Premier: “Voglio provarci”

0
29

Il big della Serie A si propone in Premier League e spegne le speranze della Juventus per giugno

Il calciomercato estivo è sempre più vicino e coinciderà anche con gli Europei che potrebbero aumentare il valore di mercato di alcuni giocatori.

Gudmundsson vuole la Premier: addio Juventus
Quale futuro per Allegri? @La Presse Foto – juvelive

In Serie A sono diversi i calciatori nel radar dei top club italiani ed europei. Uno dei volti copertina di questa Serie A che ormai volge al termine è sicuramente Albert Gudmundsson, attaccante del Genoa. Una stagione da 13 gol e 3 assist in campionato per il classe ’97 islandese che con i suoi colpi sta contribuendo all’ottimo lavoro della squadra di Gilardino. In coppia con Retegui ha creato una buona alchimia che i tifosi del Grifone si augurano possa proseguire anche la prossima stagione.

Juventus, Gudmundsson si propone in Premier League: “Era il mio sogno da bambino”

Durante un’intervista al The Telegraph Gudmundsson ha parlato del suo futuro, in relazione alle tante voci di mercato che ormai da mesi lo stanno riguardando, con particolare attenzione alla Premier League.

Gudmundsson vuole la Premier
Albert Gudmundsson (Foto LaPresse) juvelive.it

“Mio nonno è stato il secondo giocatore straniero dell’Arsenal. Un giorno mi piacerebbe giocare in Premier. E’ qualcosa che sogno da quando sono bambino“. Uno dei club in prima linea per l’attaccante islandese è il Tottenham, dove già da mesi è approdato il difensore Radu Dragusin, ex compagno proprio di Gudmundsson che ha proseguito nell’intervista: “Voglio davvero mettermi alla prova al massimo livello possibile. Mi sento bene qui e sono ancora sotto contratto qui al Genoa e voglio finire la stagione e vedere cosa succede ma ovviamente come giocatore e amante del calcio sognavo di giocare ai massimi livelli. Sempre, questa è la mia ambizione”. Parole che lasciano intravedere un futuro lontano dall’Italia. Non è detto che il trasferimento sia imminente, ma certamente per la Juventus sarà complicato tenere botta alle super potenze inglesi.