Juventus folgorata: il regista firma il “contratto della vita”

0
39

Juventus folgorata, si allontana la prospettiva di un ritorno in Serie A: sul piatto c’è un ricco rinnovo di contratto. 

Sono cinque le partite che dovrà giocare la Juventus fino al prossimo 25 maggio, data in cui la squadra di Massimiliano Allegri chiuderà la stagione con il Monza all’Allianz Stadium. Quattro match in campionato ed uno in Coppa Italia, vale a dire la finalissima con l’Atalanta allo stadio Olimpico di Roma.

Juventus folgorata: il regista firma il “contratto della vita”
– Juvelive.it (Lapresse)

Due gli obiettivi che si è prefissata la Signora: qualificazione aritmetica alla Champions nel più breve tempo possibile e quel trofeo che non vince dal 2021. Obiettivi che potrebbero incidere anche sul futuro del tecnico livornese, checché ne dica – dinanzi alle telecamere – il responsabile sportivo Cristiano Giuntoli. Nel caso in cui Allegri dovesse fallire entrambi la riconferma diventerebbe una chimera. La Juventus si prepara dunque a qualsiasi evenienza ed è per questo che l’ex direttore sportivo del Napoli continua a corteggiare Thiago Motta, il candidato principale a prendere il posto dell’allenatore dei cinque scudetti di fila. Con lui in panchina si prospetterebbe inevitabilmente una sorta di rivoluzione, dal momento che il suo calcio è un po’ agli antipodi di quello “allegriano”.

Juventus folgorata, Jorginho pronto a rinnovare con l’Arsenal

Motta, ad esempio, vedrebbe di buon grado l’eventuale acquisto di Jorginho, un giocatore che la Juve insegue da diverso tempo.

Il regista italo-brasiliano milita ormai da anni in Premier League: prima ha vinto tutto – a livello europeo – con la maglia del Chelsea; poi, da gennaio 2023, si è trasferito ai cugini dell’Arsenal, diventando nel giro di pochi mesi un insostituibile per il tecnico Mikel Arteta. Nonostante abbia compiuto 32 anni a dicembre, i Gunners vogliono premiare la sua costanza e, secondo The Athletic, sono disposti a rinnovare il suo contratto (in scadenza ma con opzione per un altro anno). Si allontana, dunque, l’ipotesi di un ritorno in Serie A per l’ex centrocampista del Napoli e della nazionale italiana.