Allegri esonerato: smaschera Giuntoli sul più bello, last minute Juve

0
30

Allegri esonerato, il retroscena che fuga ogni dubbio: il futuro del tecnico livornese è stato già deciso. 

“Siamo molto contenti del mister, che sta facendo un buon lavoro ed ha ancora un anno di contratto”. Con queste parole, il responsabile dell’area tecnica bianconera Cristiano Giuntoli, prima della gara con il Cagliari andata in scena due settimane fa, metteva a tacere le voci circa un possibile divorzio con il tecnico livornese a fine stagione.

Allegri esonerato: smaschera Giuntoli sul più bello, last minute Juve
Allegri – Juvelive.it (Lapresse)

Ma il dirigente bianconero con quella dichiarazione non ha convinto proprio tutti, anzi. Le classiche frasi di circostanza? Può essere, visto che lo stesso Giuntoli da mesi si sta guardando attorno cercando di capire chi possa raccogliere l’eredità di Allegri, che ormai a Torino sembra aver fatto il suo tempo. La domanda, arrivati a questo punto, è se basterà un’eventuale inversione di tendenza nell’ultimo mese di campionato, in cui la Juventus dovrà giocare pure la finale di Coppa Italia ed ha la possibilità di tornare a vincere un trofeo dopo un digiuno di tre anni. Nel caso in cui i bianconeri dovessero trionfare all’Olimpico il prossimo 15 maggio, Allegri avrebbe portato a casa i due obiettivi stagionali. Vale a dire la qualificazione alla Champions League (vicinissima) e la coppa nazionale.

Allegri esonerato, Moggi: “Lui sa già tutto”

Secondo gli ultimi rumors, tuttavia, una decisione ai piani alti di via Druento l’avrebbero già presa. Giuntoli, infatti, è pronto a dare il benservito all’allenatore dei 5 scudetti di fila.

Calciomercato Juventus, accordo segreto con Allegri: firma biennale
Luciano Moggi

L’avrebbe comunicato l’amministratore delegato del Monza Galliani allo stesso Allegri, dopo esserne venuto a conoscenza durante una cena in cui c’era pure Giuntoli. Un retroscena svelato questa mattina dall’ex direttore generale della Juve Luciano Moggi sulle colonne del quotidiano Libero. “Probabilmente il club bianconero aveva paura di creare un alibi alla squadra e per questo non ha depotenziato pubblicamente Allegri – ha scritto – Anziché tacere, la Juve avrebbe dovuto informare tutti della volontà di esonerarlo a fine stagione”.