Calciomercato, dalla “quasi” Serie B alla Juventus: Giuntoli prepara l’affondo

0
21

Calciomercato, sono diversi i nomi che il responsabile dell’area tecnica segue dai tempi del Napoli. Ancora nessun contatto ufficiale. 

L’obiettivo di Cristiano Giuntoli è quello di riportare la Juventus ai vertici del calcio italiano ma anche di quello europeo. Un progetto a lungo termine, se consideriamo le difficoltà, soprattutto dal punto di vista finanziario, cui ha dovuto far fronte il dirigente da quando ha messo piede a Torino. Due mercati completamente “ingessati”, nei quali l’ex diesse del Napoli si è limitato a cedere qualche esubero ed a tappare un paio di buchi qua e là.

Calciomercato, dalla “quasi” Serie B alla Juventus: Giuntoli prepara l’affondo
– Juvelive.it (Lapresse)

Non si è ancora potuto sbizzarrire, uno degli artefici dello storico scudetto vinto lo scorso anno dai partenopei. Ha tante idee, diversi nomi annotati sul suo taccuino ma il regime di rigorosa “austerity” che vige da diversi mesi a via Druento non gli ha permesso di dare sfogo alla “fantasia”. Se la Juventus, come è probabile, dovesse qualificarsi alla prossima Champions League, qualcosa potrebbe cambiare. Il margine di manovra sarebbe indubbiamente più ampio, anche perché per lottare su tre fronti servirà una rosa più lunga ed il club sarà costretto a produrre qualche sforzo in più sul mercato.

Calciomercato, a Giuntoli piace molto Laurienté del Sassuolo

Sono tanti, dicevamo, i nomi seguiti con attenzione da Giuntoli. Nomi che il responsabile dell’area tecnica bianconera aveva annotato già durante la sua esperienza napoletana.

Tra questi ci sarebbe anche Armand Laurienté, veloce ala del Sassuolo classe 1998 che conosce ormai molto bene la nostra Serie A. Stando a quanto riportato dal giornalista Riccardo Meloni di Calciomercato.it, si tratta di un calciatore che Giuntoli apprezza molto nonostate per ora non ci sia stato alcun contatto tra la Signora e il club emiliano. Il Sassuolo, come ben sappiamo, sta attraversando un periodo difficilissimo e per la prima volta da quando ha conquistato la massima serie rischia di retrocedere in Serie B.