Lutto nel calcio italiano, è morto il numero uno del club

0
23

Il mondo del calcio italiano è in lutto per la morte di un noto imprenditore e presidente di una squadra: la causa del decesso e il cordoglio nelle ultime ore

Il calcio si regge sui progetti, sulle idee delle persone che lo animano e sono il primo motore delle emozioni che può generare. Per questo, fin da quando il gioco più bello del mondo è stato inventato e praticato, la figura del presidente è fondamentale per il presente, il futuro e le sorti di un sodalizio sportivo.

Morte presidente di una squadra italiana
Grave lutto nel calcio italiano: il presidente è morto all’improvviso (Pixabay) – juvelive.it

Deve incarnare i valori, gli obiettivi e la linea da seguire per arrivare al successo, senza tanti compromessi. Alberto Catania ha sempre rappresentato alla perfezione il ruolo del leader nella sua vita, con grande consapevolezza delle responsabilità e delle caratteristiche della sua posizione, prima come imprenditore e poi come numero uno del Montello prima, e poi del Montebelluna. Purtroppo è deceduto a causa di un malore nella sua abitazione durante la notte tra sabato 11 e domenica 12 maggio, a soli 63 anni.

La notizia ha destato subito sconcerto nel suo settore, quello farmaceutico, oltre che in tutti gli appassionati di calcio e del club veneto. Di fatto, Catania era il volto principale della Prodeco Pharma di Castelfranco, un’importante azienda che lui stesso aveva fondato nel 1988, attiva nel campo fitoterapico. Da lì aveva aumentato la sua attività, sfociando anche nella presidenza di società calcistiche, fino ad arrivare al Montebelluna, appunto.

La morte di Alberto Catania: sono ore di cordoglio e sconforto

Non si può restare indifferenti di fronte a una perdita improvvisa e di questa importanza, per cui sono tanti i messaggi privati, pubblici e via social che stanno arrivando per ricordare Catania.

Morte presidente di una squadra italiana
Alberto Catania è deceduto all’età di 63 anni (Facebook Montebelluna) – juvelive.it

Colpisce, in particolare, quello della società veneta che, attraverso il suo profilo Facebook, dopo aver comunicato la triste notizia, ha voluto ricordare il suo numero uno dicendo che resterà per sempre nei loro cuori. Non ha fatto mancare anche la vicinanza alle persone care: “Tutto il mondo Prodeco calcio si stringe in un abbraccio commosso alla sua famiglia e porte le sue più sincere e sentite condoglianze”.

Non sono di sicuro anni fortunati per il club, visto che il precedente presidente, Marzio Brombal, è deceduto nel 2019 in seguito a un infarto. La società dovrà ripartire da questa tristezza e farla diventare coesione e forza per i ragazzi impegnati sul campo ora e nella prossima stagione.